top of page
  • cinguettio
  • Instagram
  • Facebook Icona sociale

Benjamin Franklin: nonostante tutto (e nonostante Michael Douglas) non riesce a convincere

Sono reduce da una raffica di pilot visti o rivisti/ripresi per darvi qualche opinione sparsa su alcune serie uscite più o meno recentemente.

Tra questi c’era anche Benjamin Franklin, serie storica di Apple TV Plus incentrata sulla figura chiave di uno dei più brillanti uomini che gli Stati Uniti abbiano mai conosciuto, uomo che quegli stessi U.S.A. contribuì a fondarli vista la sua firma sulla dichiarazione d’indipendenza sancita a valle di una rivoluzione americana che (manco a dirlo) lo vide come assoluto protagonista.

Per rendere il giusto tributo ad un uomo di questo calibro, Apple si è servita del talento assoluto del sempreverde Michael Douglas il quale, dopo la splendida avventura in The Kominsky Method, è tornato sul piccolo schermo.

Avrà avuto la stessa fortuna?

La risposta è un sonoro “no”.

Un no dettato dalla poco convincente puntata iniziale dello show.

Un no dettato dall’affetto e la qualità che ci lega a The Kominski Method.

Un no dettato dal fatto che, per quanto Benjamin Franklin possa aver fatto una buona impressione, sono troppe le serie capaci di emozionare di più, brillare di più in questo sono a qui ottimo 2024.

Che siano motivi sufficienti o meno per stroncare la serie lascio a voi il parere finale.

Personalmente mi limito a dire che se, ad un certo punto, ho iniziato a guardare il pilot a velocità doppia, un motivo ci sarà, comportandomi esattamente come quello spettatore veloce di cui vi parlavo qualche giorno fa.

Volendo argomentare un minimo quanto sopra espresso, credo serva comunque ricorrere al fattore “parallelo” con altri show.

In particolare, con Franklin mi son subito tornati alla mente i tanti difetti riscontrati in un altro prodotto celebre di Apple, anche se stavolta parliamo di un film. Napoleon cadeva in errori abbastanza imperdonabili per un film di quel lignaggio. Uno sfondo storico leggendario ma mai veramente esplorato nella cinematografia contemporanea, un personaggio conosciuto anche dalle pietre e meccanismi di ascesa al potere non sempre esplorati alla perfezione nei dibattiti televisivi o accademici.

Benjamin Franklin, con le dovute proporzioni è, per certi versi, il Napoleon a stelle e strisce ma con la differenza di essere meno noto, meno affascinante, meno iconico.

Operazioni di questo tipo necessitano di una costruzione dell'universo precisa, chirurgica ma anche colorata, intrigante, unica.

In entrambi i casi mi sembrava di essere dentro un noioso romanzo da elargire alle scuole superiori come ausilio per il racconto di due personaggi storici fondamentali da insegnare. Ho trovato entrambe le operazioni prive di fascino e mordente. Non un guizzo vero, non un miracolo che si palesasse a livello tecnico, non una singola scena memorabile (fatta eccezione per un paio di battaglie in Napoleon).

La serie prova a sfruttare il poliedrismo del suo personaggio per rendere tutto più digeribile senza, tuttavia, riuscirci. Non è bastata qualche battuta, non è stato sufficiente rendere il personaggio più affabile e alla portata per rendere la serie stessa più alla portata.

Resta una serie decente, guardabile, financo buona ma mai, neppure per un'istante, una serie indimenticabile, al contrario del personaggio che da il titolo alla serie stessa e di cui si poteva fare, forse, un uso ampiamente migliore.


 

Voglia di continuare a vederlo: 5

Voglia di consigliarlo: 6,5

Originalità: 4

Cast: 7

Comparto Tecnico: 7

Opening: 6

Dove Vederla: Apple TV Plus

Anno di uscita: 2024

19 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

コメント


bottom of page