• cinguettio
  • Instagram
  • Facebook Icona sociale

Black Bird - First impression (molto convinta)

Cercate un bel thriller tutto indagini e psicologia?


Avete gioito alla notizia di un reboot di Criminal Minds?


Vi manca maledettamente Mindhunter?


Apple TV Plus piazza la zampata pre-agostana regalandoci Black Bird, serie prodotta da Taron Edgerton (qui anche protagonista) e sviluppata da Dennis Lehane, uno scrittore che, nel tempo libero, ha collaborato, in veste di consulente/autore con il mondo della serialità, lavorando a serie come Mr Mercedes e Boardwalk Empire, tra le altre.

Qui, Lehane ed Edgerton mettono le mani su una storia vera che ha tutto il potenziale per tramutarsi in uno show tesissimo, intenso e vorticoso.

Di Taron Edgerton abbiamo detto. E' lui il motore principale che innesca l'accensione del pilot, quel personaggio che subisce l'effetto farfalla e si ritrova in pochi minuti dall'essere un ricchissimo imprenditore della droga ad essere in manette all'interno di una prigione tutto sommato non proprio di massima sicurezza dove soggiornerà per i prossimi 10 anni.

Conosciamo suo padre, interpretato dal compianto Ray Liotta (qui al suo ultimo grido attoriale. R.I.P. Ray), ex poliziotto che si strugge per la piega presa dal figlio.

Ben presto, Jimmy diverrà uno strumento nelle abili mani dell' FBI che farà leva sulle sue abilità persuasive per proporgli un'offerta allettante e sui generis.

Un serial killer è a piede libero.

Ha ucciso 14 donne.

Solo un corpo è stato ritrovato.

Ritrovarne un altro significherebbe inchiodare il sospettato e caricare sulle sue spalle l'accusa di omicidio seriale.

Jimmy potrà rivedere la luce con largo anticipo, ed ottenere la libertà, se accetterà di trasferirsi nella prigione di Springfield (carcere molto duro e zeppo di psicopatici) nel tentativo di persuadere il sospettato a confessare almeno un altro omicidio, indicando il luogo di almeno una delle altre 13 vittime.

L'ultima parte dell'eccellente episodio iniziale è dedicata al personaggio interpretato da Greg Kinnear (appena uscito ad ossa rotte dall'esperienza Shining Vale) che qui interpreta il detective Miller, uomo buono, educato e pacato che imbatte in un omicidio di una giovane del posto. Quel cruento delitto gli permetterà di incrociare sul suo cammino proprio il presunto serial killer. Ne seguirà un confronto molto malato e criptico ed un rimando, elegante, cupo e fluido ai prossimi episodi.

That's all folks.

Il pilot mi è piaciuto molto. Il drama è di quelli che piaceranno a tutti gli amanti delle serie alla True Detective ed alla I Know This Much is True (qui la recensione della serie con Mark Ruffalo), con le ovvie e dovute differenze. Punto molto su questo show. Speriamo di non essere smentito che quest'anno un paio di cantonate, in sede di first impression, le ho già prese (vero Outer Range?).



Vi lascio ai voti:


Voglia di continuare a vederlo: 9

Voglia di consigliarlo: 7,5

Originalità: 5

Cast: 7,5

Comparto Tecnico: 7++

Dove Vederla: Apple TV Plus

Anno di uscita: 2022



190 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti