• cinguettio
  • Instagram
  • Facebook Icona sociale
Cerca

Emmy Awards 2020: Miglior sceneggiatura per una serie comedy

Ve lo avevo accennato in questo articolo dedicato alla corsa per la statuetta per la miglior sceneggiatura in una serie drama: questa categoria, oltre ad essere la più sottovalutata, è probabilmente una delle più importanti in assoluto.

Dalla sceneggiatura dipendono gran parte delle sorti di una serie tv.

Questo discorso vale tantissimo gli show drammatici, un pò meno per quelli comici.

Una prospettiva che va via via modificandosi, grazie alla produzione di serie comedy sempre più "serie", "seriose" e profonde.

Ne sono un esempio le 4 serie tv candidate alla medesima categoria ma per una serie comedy.

Di seguito la lista dei nominati:


Miglior sceneggiatura per una serie comedy

Daniel Levy - Schitt's Creek (episodio "Happy Ending")

David West Read - Schitt's Creek (episodio "The Presidential Suite")

Michael Schur - The Good Place (episodio "Whenever you're ready")

Tony McNamara - The Great (episodio "The Great")

Sam Johnson e Chris Marcil - What we do in the Shadows (episodio "Collaboration")

Paul Simms - What we do in the Shadows (episodio "Ghosts")

Stefani Robinson - What we do in the Shadows (episodio "On the run")




A guardarle bene verrebbe da dire che What We do in the shadows si appresti a portare a casa l'ambito Emmy. Per una questione quantitativa potrebbe essere vero ma il mockumentary vampiresco di FX dovrà scontrarsi con dei "nemici" tutt'altro che pronti ad arrendersi.

Che What We Do in The Shadows sia una serie tv che con la seconda stagione si sia consacrata è cosa abbastanza evidente, che possa essere la comedy in grado di fare incetta di premi è tutto da vedere.

A proposito di serie tv che sono piaciute all'academy, da non sottovalutare l'impatto di Schitt's Creek che è stata forse la vera sorpresa della serata delle nominations.

Qui su serialfiller.org, come testimonia la classifica sulle nuove serie tv del 2020 (che trovate qui), The Great è piaciuta tantissimo. Grazie anche ad una Elle Fanning sensazionale, il prodotto di Hulu ha sbaragliato la concorrenza attraverso un mix di ironia, sarcasmo e pungente satira in costume. Dovesse dipendere dal voto di questo blog, non ci sarebbero dubbi sul vincitore.

Outsider che potrebbe diventare il favorito è il quarto titolo in lizza.

The Good Place ha chiuso i battenti proprio quest'anno, e ovviamente non poteva mancare una classifica dedicata proprio ai migliori finali dell'anno (che trovate qui). Non è un mistero che The Good Place abbia visto crescere, anno dopo anno, la propria fama ed il proprio impatto sulla serialità.

Accommiatarsi da essa con una vittoria in questa categoria potrebbe essere il modo più elegante (e giusto) per ringraziarla del servizio svolto per la comunità televisiva.


I PRONOSTICI DI SERIALFILLER

Percentuali di vittoria:

Daniel Levy - Schitt's Creek (episodio "Happy Ending") - 15%

David West Read - Schitt's Creek (episodio "The Presidential Suite") - 5%

Michael Schur - The Good Place (episodio "Whenever you're ready") -30%

Tony McNamara - The Great (episodio "The Great") - 20%

Sam Johnson e Chris Marcil - What we do in the Shadows (episodio "Collaboration") - 10%

Paul Simms - What we do in the Shadows (episodio "Ghosts") - 10%

Stefani Robinson - What we do in the Shadows (episodio "On the run") - 15%

In un mondo perfetto:

  1. The Great

  2. The Good Place

  3. What we Do in the Shadows

  4. Schitt's Creek

Chi meriterebbe di vincere:

The Great

  • Twitter - Bianco Circle
  • Bianco Instagram Icona
  • Facebook - Bianco Circle

Il sito è online dal 19 luglio 2020

realizzato da serialfiller