top of page
  • cinguettio
  • Instagram
  • Facebook Icona sociale

Hall of Fame delle serie tv: Miglior Attore

Dopo avervi presentato la nuova esplosiva iniziativa targata Nella Mente di un SerialFiller, la Hall of Fame delle serie tv, ci siamo subito tuffati nell'acqua cheta della serialità presentando a tutti voi la prima cinquina che, a calci e spintoni, si è fatta largo per potersi giocare la partita più importante della vita.

In questo post troverete i 5 finalisti che proveranno a battersi per la vittoria come "Miglior Serie Tv Ancora in corso". C'è ancora tempo per votare. Connettetevi al link ed esprimetevi.

Prima, però, restate qui perchè da oggi è possibile sbilanciarsi su chi sarà il primo attore ad accedere alla Hall of Fame!

Il criterio è semplice. Gli attori sono stati selezionati fra quelli che hanno partecipato a serie tv andate in onda sino allo scorso anno.

A fondo pagina troverete il sondaggio che vi consentirà di essere decisivi.

Chi è stato il miglior attore dello scorso anno?

Vi lascio anche il link al canale telegram ufficiale. Lo trovate qui.

Votate! Votate! Votate!

Il primo ospite della serata sarà uno dei volti più riconoscibili di tutto il 2023.

Grazie al successo planetario di Oppenheimer, Cillian Murphy ha ottenuto la consacrazione che meritava.

Per noi serialfiller i suoi occhi di ghiaccio erano già qualcosa di molto familiare grazie alla tormentatissima performance in Peaky Blinders, serie tv iconica che ha chiuso la sua corsa (almeno quella televisiva) lo scorso anno.

Che la notorietà raggiunta con Oppenheimer possa permettergli di scavalcare gli altri 4 colleghi non è impossibile.

Solo voi potrete dare questo responso.

Nel frattempo che ci riflettete io vi rimando al recap della sesta ed ultima stagione dello show britannico.

Il mio voto andrebbe a lui.

Non voglio farne un mistero.

Bob Odenkirk rappresenta le mille facce di una serie tv. Non solo Better Call Saul per lui (e questo già basterebbe) ma anche il ritorno di Undone, la presenza nel più bello degli episodi di The Bear e l'esordio di Lucky Hank dove Bob è il mattatore.

Tornando su Better Call Saul, che ci ha lasciati con una stagione finale a livelli (se non oltre) di quella di papà Breaking Bad, il nostro caro Bob ci ha fatto ridere, piangere, tremare, divertire, soffrire come pochi altri nella storia della tv. A colori ed in bianco e nero.

Cosa volete che faccia ancora?

In memoria del finale di Better Call Saul ho scritto questo post.

Per purezza, Gary Oldman meriterebbe questo e mille altri premi. Un vero attore. Istrionico. Intenso. Sempre dritto sulla barra dello stile e del tono perfetto da usare per caratterizzare al massimo il suo personaggio.

Anche lui reduce da un cameo in Oppenheimer sembra, però, aver trovato la sua perfetta dimora in Slow Horses, serie tv dove incarna una spia poco amata, molto sciatta ma dannatamente acuta e ironica. Una serie che non potrete non amare.

Amerete ancor di più il suo stratosferico personaggio.

Qui la recensione della seconda stagione.

Ero in dubbio se offrire a lui o a Jerry Hall la nominations. Forse il secondo la meritava maggiormente nello specifico ma poi ho ragionato sulla carriera di Evan Peters e ho pensato che, in fondo, qui si tratta di entrare nella Hall Of Fame delle serie tv non di essere il protagonista di una foto incorniciata sul muro in pietra di Tufo dell'osteria "Da Vincenzo er guancialone". Per questo motivo c'è Jeffrey Dahmer, pardon, Evan Peters e non Jerry Hall. Tanti ruoli con Ryan Murphy, la presenza in Mare of Easttown e la consacrazione con questa splendida performance nel ruolo di uno dei serial killer più agghiaccianti d'america lo rendono meritevole di una chance.

Qui l'articolo su Jeffrey Dahmer di Netflix.


Chiudiamo la magnifica cinquina con un attore che, di cameo in cameo, di ruolo in ruolo è divenuto sinonimo di intensità accompagnato dalla garanzia, per autori e produttori, che quando chiami lui in causa porti a casa un risultato enorme e assicurato. Era accaduto con The Walking Dead, si era ripetuto con The Punisher per poi consacrarsi ancor di più con il recurring role in The Bear e soprattutto con la miniserie HBO di David Simon dal titolo We Own This City.

Sto parlando del signor Jon Bernthal e voglio ricordarne le gesta proprio attraverso We Own This City. Qui la recensione.


E adesso, sotto col sondaggio!

Il miglior Attore della scorsa annata?

  • Jon Bernthal

  • Cillian Murphy

  • Evan Peters

  • Gary Oldman


136 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page