top of page
  • cinguettio
  • Instagram
  • Facebook Icona sociale

I migliori Pilot del 2022


Che lo speciale 2022 si stia rivelando un successo lo dicono anche i numeri che esploro nella mia dashboard personale. Visualizzazioni in crescita, maggiori contatti privati e tanta voglia di passare al prossimo post, segno di una rubrica che ha catturato voi lettori grazie anche ad una programmazione accattivante. Un esempio? Chiudere l'anno con la lista dei migliori series finale, incominciarlo oggi con quella dei migliori pilot dell'anno scorso, ritornando domani con la lista delle serie più attese credo sia un segnale di attenzione ai dettagli che da sempre provo a riporre nei miei post.

Fatta questa auto-sviolinata il mio ringraziamento va a voi che state affluendo in tanti su queste pagine.

Grazie e buon anno.

Oggi vi parlerò, appunto, delle serie tv che hanno esordito nel 2022 e lo hanno fatto con un episodio pilota sfavillante! In alcuni casi quel pilot è stato il preludio di un ottimo show, in altri uno specchio per le allodole, in altri un buon inizio seguito da un percorso discreto/buono ma non eccezionale.

Oggi, dunque, sarà tempo di esaltare i migliori pilot dello scorso anno.

Non dimenticatevi di votare il sondaggio per eleggere le migliori serie del 2022!

VOTA IL SONDAGGIO

Date anche un'occhiata alle classifiche su:


Le migliori serie tv del 2022


I Migliori Episodi delle serie tv andate in onda nel 2022

1883


Che 1883 sia stata una serie apprezzatissima dal sottoscritto credo lo abbiate, oramai, compreso.

Che questa infatuazione fosse stata un colpo di fulmine forse, invece, non lo sapevate.

Ebbene si, il pilot di 1883, dal titolo 1883 anch'esso mi aveva folgorato grazie ad una fotografia impeccabile ed un livello tecnico più che cinematografico.

Sarebbe stata capace di mantenere quel livello per tutta la stagione. Allora non potevo saperlo. Oggi ne sono certo.


Severance


Da una serie che mi aveva impressionato dal punto di vista tecnico e drammatico, ad una che mi ha conquistato in 2 minuti, giusto il tempo di assaporare un cold open affascinante, misterioso e intrigante.

Severance si sarebbe, poi, attestata a livelli monstre, affermandosi come una delle migliori serie dell'anno.

Allora potevamo nutrire solo quella speranza.

Oggi ne possiamo confermare l'intuizione.

Qui la recensione sullo show di Apple TV Plus.

Winning Time


Che Winning Time sarebbe diventata una delle mie serie preferite avevo pochissimi dubbi.

Che sarebbe riuscita ad essere molto più che "solo" una serie sportiva era qualcosa che potevo sperare ma su cui non ero particolarmente sicuro.

Adam McKay che incontra la HBO ed il mondo della NBA, però, è qualcosa che mette l'acquolina in bocca a tutti gli appassionati di basket, di sport, di cinema e serie tv.

Una serie veramente imperdibile, avviata da un pilot da incorniciare.

Qui la recensione.


The Time Traveler's Wife


Restiamo sulla HBO e viriamo su uno show fantascientifico, tratto da un famoso romanzo e sceneggiato da un autore amatissimo da noi serialfiller come Steven Moffat.

Il pilot aveva lasciato ben sperare e, devo dire, tutto lo show si era dimostrato degno di fiducia.

Peccato che sia, poi, arrivata la cancellazione inattesa.

Ce ne faremo una ragione, purtroppo, ma nulla toglie che quel pilot aveva fatto immaginare cose grandiose a cui mai sarà dato seguito.

Qui la mia review.


The Patient


Da una serie cancellata ma che aveva offerto una buona stagione oltre ad un ottimo pilot, ad una serie che dopo il grande inizio si è un po' persa per strada.

The Patient merita di essere qui poichè dopo l'episodio pilota avevo in testa e sulla pelle quel brivido da grandi occasioni. Purtroppo, la serie Hulu con Steve Carrel è partita a razzo ma è arrivata quasi trascinandosi al termine.

Resta innegabile il fascino del primo, dirompente episodio.

Qui le mie first impressions.


Outer Range


Da una mezza delusione ad una totale delusione.

Outer Range è stato uno dei granchi più grossi che io abbia mai preso.

Mi ero lasciato andare a paragoni illustri dopo la visione del pilot.

La stagione aveva poi distrutto ogni illusione lasciando spazio solo al rancore seriale verso uno show che aveva offerto uno spettacolo perfetto al suo ingresso in sala.

Josh Brolin ed un misterioso gloriosissimo non sono bastati ma il pilot è stato tanta roba.

Qui la recensione.


House of The Dragon


Da un grosso granchio ad una serie dove uno dei villain iniziali era denominato "nutrigranchi" il passo è tutt'altro che breve.

Sul prequel di Game of Thrones si concentravano speranze e gufi, in proporzioni eguali.

Hanno vinto gli speranzosi i quali hanno potuto assistere ad un pilot elettrizzante ed una stagione ancor più solida e monumentale.

Qui il recap dell'intero primo capitolo della saga.



Vi rimando alla home di www.serialfiller.org per scoprire tutto il resto.Iscrivetevi per restare sempre aggiornati.

Seguitemi su Instagram, Facebook, Twitter per essere in contatto diretto e costante con me.E da qualche tempo anche su Telegram