• cinguettio
  • Instagram
  • Facebook Icona sociale

Le 5 migliori serie tv HBO ed HBOMax del 2021

Anche in un anno che può sembrare opaco HBO, e la sua piattaforma streaming HBOMax, regalano gioie enormi.

Piazzano la migliore serie dell'anno a mani basse.

Ci regalano una comedy che sta spopolando nelle grandi rassegne a premi.

Confezionano quella che a mio avviso è la grande chicca del 2021.

Sfoggiano un prodotto di genere supereroistico atipico.

Ci spiazzano con un prodotto dallo humour nero che quasi ricorda Six Feet Under.

Ci confortano con il drammone intenso in puro stile HBO che convince tutti.

E scopriamole queste serie tv, scopriamone i titoli, sveliamo le mie recensioni, sfidiamo il grande pubblico a colpi di qualità ma prima votate, votate, votate la migliore serie tv dell'anno al link in basso:

VOTA LA MIGLIORE SERIE TV DEL 2021!




Hacks

Hacks è ancora inedita in Italia ma la sua fama già la precede. Prodotto intelligente se ce ne è uno che ha avuto tra i tanti meriti quello di affidare a Jean Smart un ruolo da assoluta protagonista dopo i tantissimi ruoli importanti ma mai da cast leader in serie come 24, Fargo, Watchmen e Mare of Easttown.

Il risultato è una serie girata, recitata e scritta come Cristo comanda.

L'unica pecca? E' ancora inedita in Italia.


Made For Love

E passiamo a quella che ho definito la chicca dell'anno, serie che ritroverete nei post a venire di questo speciale 2021, statene certi!

Cristin Milioti (How I Met Your Mother, Modern Love, Black Mirror) è la protagonista di questa serie leggera ma distopica nella quale un grande rapporto d'amore è condizionato, ingabbiato e manipolato dalla tecnologia e dalla visione di un magnate dell'hi tech che qui viene visto più come un santone bamboccione che sperimenta la sua nuova creatura, il lavoro di una vita proprio sulla donna che ama. Mai fare queste cose ad una donna, specie se quella donna è Cristin Milioti, qui veramente, veramente pazzesca nel suo essere stralunata ed indifesa ma al tempo stesso coraggiosa e brillante.

Qui le mie first impression.

Qui la recensione della prima stagione.


Succession

Quando, guardando Succession, vi accorgerete di un difetto, per favore fatemi un fischio, mandatemi un sms, contattatemi via piccione viaggiatore perchè non ci crederò fino a che non avrò mille prove a sostegno e 100 testimoni oculari.

La serie con protagonisti Brian Cox ed il suo esercito di problematici figliuoli, sembra non conoscere la parola errore. Non li ammette. Non è nella sua natura. E cosi anche la terza stagione è volata via in un battito d'ali, bellissima e folgorante ancora più delle precedenti (che già mi erano sembrate rasentare la perfezione).

Il vortice di soldi, potere e dramma nel quale Ken e gli altri sono risucchiati ha assunto dimensioni e forza ancora più spaventose. Il tutto condito da musiche perfette, dialoghi perfetti, alchimia fra i personaggi perfetta.

Ma perchè vi sto raccontando l'ovvio?

Qui le first impression sulla terza stagione.


The White Lotus

Humour nero ed un'analisi spietata su quello che siamo.

2 cose che The White Lotus è riuscita a mettere insieme e che hanno generato un potentissimo combinato di raffinatezza e sgarbatissima dialettica con noi spettatori.

La serie ha la stoffa del campione.

Lo ha dimostrato in pieno con una prima stagione che non tutti hanno capito ma che chi ha capito ha adorato.

Non so se ci siamo capiti...

Se proprio volete saperne di più io un post l'ho già fatto e lo trovate qui.


Mare of Easttown

E chiudiamo con una serie che più HBO non si poteva.

Mare of Easttown raccoglie l'eredità di prodotti come The Night of ed I Know This Much is true per seminare drama ovunque in questo 2021.

Ancora Jean Smart, seppure da comprimaria, ma soprattutto Kate Winslet vera eroina di questa intensissima serie.

La trama è fitta e intrigante ma non complicata. Il livello di tensione assurdo. La "pesantezza" quella bella, quella che piace a noi serialfiller è a livello da tsunami.

E poi Kate Winslet è stata di una bravura abbagliante.

Solo applausi.

E le mie first impression.

E anche la mia recensione completa.

Chiudo con una menzione speciale per The Nevers (qui la recensione) che poverina pur avendo fatto il suo sporco lavoro non riesce mai ad entrare in nessuna cinquina. Caro Whedon impegnati un pochettino in più e vedrai che la prossima volta avrai anche tu una bella immagine di copertina in uno dei prossimi speciali di Nella Mente di un SerialFiller.

596 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti