top of page
  • cinguettio
  • Instagram
  • Facebook Icona sociale

Le serie tv più Geniali del 2023

Il post di oggi lo leggerete perchè è giusto che io lo faccia.

L'ho fatto sempre, anche nel corso degli speciali di fine anno delle scorse annate.

E' sempre stato presente poichè credo che, da almeno 10 anni, se vuoi osare in termini narrativi e creativi è la tv il tuo laboratorio, un laboratorio più piccolo e sperimentale di quello cinematografico ma, da tempo, più ospitale per chi vuole osare.

Il 2023 è stato uno dei primi anni, da quando scrivo di serialità, in cui ho faticato a trovare dei prodotti veramente geniali.

Anche quelli che lo sono innegabilmente stati sembravano ricadere in uno schema già visto, vuoi perchè canonicamente rientrante nella filmografia del suo autore, vuoi perchè strizzava l'occhio a qualcosa di già visto, più o meno consapevolmente.

Detto questo, ecco a voi le serie tv più geniali del 2023.

Prima, però, vi rimando a 2 sondaggioni a cui vi invito fortemente a partecipare:





Mrs Davis si aggiudica la palma (o almeno la copertina) di serie più originale dell'anno- grazie all'estro di Damon Lindelof.

La genialità di questo show sta nel meltin pot di generi e di toni narrativi che la rende un oggetto di difficile identificazione.

Per tutta la durata dello show non riusciamo a capire se siamo di fronte ad un drama o una comedy, ad uno sci-fi o un comics.

Tutto si mescola senza mai creare confusione.

A proposito di comics, Extraordinary fa un lavoro egregio nel ribaltare, un po' alla The Boys ma senza sangue e turpiloquio, la prospettiva sulla mitologia del supereroe.

Immaginate un mondo dove essere super dotati, avere un qualche potere di sorta rappresenti la normalità.

In questo universo parallelo i diversi sono proprio coloro i quali non hanno alcun potere tra le mani, con conseguente perdita dell'autostima, crisi esistenziale e cosi via.

Raccontalo con un tono molto sarcastico in puro stile british et voilà, ecco a voi Extraordinary.

Il primo mockumentary della giornata che riesce a portare a casa una nomination è Cunk on Earth.

Vi "sbellicherete" dalle risate con le performance da divulgatrice scientifica della signorina Cunk.

Una serie brillante quella Netflix che può contare su un padre nobile come Charlie Brooker, creatore di Black Mirror che qui riprende in mano, in un certo senso, i discorsi fatti con Death to 2020.

Fino in fondo.

Fino all'ultima scena.

Fino all'ultimo respiro Barry ha provato a convincere tutti di essere una delle migliori serie tv degli ultimi anni.

Per quanto mi riguarda ci è riuscito ampiamente.

La genialità dell'ultima stagione risiede, soprattutto, nel ribaltamento della prospettiva che Bill Hader riesce a compiere negli ultimi minuti dello show offrendoci una visuale tutta nuova sul suo protagonista e sul suo destino.

Di nuovo un "mock".

Questa volta è Jury Duty a rubare la scena con la sua ironica rappresentazione del sistema giudiziario statunitense.

Un processo come non ne avete mai visto uno.

Talmente finto da sembrare vero.

Da brividi.

La miniserie più apprezzata, premiata e acclamata dell'anno ha un nome.

Si chiama Beef.

E' in onda su Netflix.

La firma la A24.

Il suo incipit?

Un tamponamento in pieno giorno fra 2 estranei.

Un tamponamento stupido, di quelli che vediamo a decine nei nostri quartieri.

Da quel piccolo "crash" nascerà tutto un discorso su quanto oggi la rabbia e l'insoddisfazione attanagli l'uomo contemporaneo.

Brillante!

Restiamo su Netflix ma stavolta entriamo nel mondo colorato di Blue Eye Samurai, a mani basse la migliore serie tv animata della stagione.

Non fatevi trarre in inganno però.

Nello show asiatico si soffre, si riflette, si lotta per una vendetta che ha il volto di Mizu.

Una serie sorprendente e avvincente con dei tratti di "girl power" vero che ribaltano, fanno a fettine le tante protagoniste femminili che si ammantano di un femminismo finto, vuoto, non necessario.

Non è stata la migliore stagione di Black Mirror.

Anzi.

Black Mirror resta Black Mirror.

Geniale per definizione.

Se volete parlare di genialità, bussate a casa di Nathan Fielder.

Non conosce rivali questo ragazzo.

Persino sua maestà Christopher Nolan si è accorta di lui e del suo recente The Curse.

Inutile dire che anche in questo caso c'è di mezzo un "falso documentario".

Natasha Lyonne + Rian Johnson.

C'erano dubbi sul fatto che la serie che li ha uniti potesse risultare una delle serie più originali, fresche e godibili dell'anno?

Ci ha pensato Peacock a metterli insieme.

Godetevi Poker Face e ne riparliamo.

Quando vinci tutto quello che potresti vincere.

Quando tutti ti indicano come una delle migliori serie del decennio.

Quando termini la tua corsa con la migliore stagione.

Quando il series finale accontenta tutti sorprendendoli allo stesso tempo.

Quando parli del mondo in cui viviamo, del potere, senza mai fare riferimento a nessun personaggio vivente.

Quando almeno 15 dei tuoi personaggi sarebbero protagonisti assoluti in qualsiasi altro prodotto seriale.

Quando tutto questo avviene il merito sarà anche della dedizione e della maestria degli autori ma è soprattutto della genialità di coloro i quali hanno curato l'idea Succession.


Quale è stata la serie tv più geniale del 2023?

  • Barry

  • Beef

  • Blue Eye Samurai

  • Black Mirror

You can vote for more than one answer.




212 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page