• cinguettio
  • Instagram
  • Facebook Icona sociale

Love, Death & Robots 3: visivamente Top, narrativamente Flop

Attendevate il ritorno di Love, Death & Robots?


La distopia è il vostro pane quotidiano?


Netflix continua a deludervi?


Tim Miller e David Fincher ritornano con la terza stagione di Love, Death & Robots e lo fanno "sporcandosi le mani", dirigendo entrambi un episodio a testa nell'arco di una stagione da 9 puntate come sempre di durata ridottissima (capito Stranger Things?).

Anche in questa occasione ci vengono proposte 9 storie stand alone atte a raccontare un mondo alla deriva, devastato dall'insensatezza degli esseri umani e pronto ad affrontare le conseguenze di un apocalisse imminente narrata attraverso 9 mini episodi sempre diversi fra loro nello stile, nella struttura, nella tecnica e nella trama.

La seconda stagione aveva denotato qualche crepa (qui la recensione completa).

Sarà riuscita, la terza annata ad essere più continua, lineare ed efficace?

Love, Death & Robots è da sempre stata una serie molto sperimentale.

Voleva esserlo e ha dimostrato di saperlo essere, soprattutto dal punto di vista visivo.

Non è un caso se, anche in questa stagione, ogni puntata viene girata utilizzando tecniche diverse che vanno dal 2D al 3D, dal rotoscope alla CGI riuscendo sempre ad offrire qualcosa di interessante in termini di fruizione e di effetti digitali.

La critica che da sempre viene mossa al LDR è quella di non essere sempre altrettanto efficace dal punto di vista narrativo.

Se la prima stagione aveva vissuto più alti che bassi da questo punto di vista, la seconda aveva lasciato, invece, molto a desiderare.

La terza si conferma, purtroppo, un po' arida in termini di idee e di scripting, restando ad altissimi livelli sul piano tecnico, registico e visivo, aiutata anche dall'intervento in prima persona di registi di grandissimo spessore come i su citati Fincher e Miller.

In termini generali, il focus di quest'anno è sembrato essere un mondo collassato ai nostri piedi e collassato a causa nostra.

L'umanità come piaga e non come salvezza.

Un'umanità che vince solo quando riesce ad andare oltre gli interessi particolari ed oltre la guerra. E' l'umanità che sa stringere la mano ad un ratto o che sa immergersi in un pianeta ed uno sciame sconosciuto quella che gli autori vorrebbero vedere come dominante. La caratteristica che emerge è, però, quella di una specie in via di estinzione causa totale del proprio male.

E' un coacervo di uomini e donne pronte a vendersi al migliore offerente o a stringere patti con mostri marini o ad annichilirsi per pochi spiccioli.

E' una umanità mini, come mini e folgorante è stato l'episodio zombie che abbiamo ammirato ed adorato nella parte centrale dello show.

Non c'è dubbio che Love, Death & Robots resti una serie da attendere e da gustare, anno dopo anno, con un rinnovato interesse verso mondi nuovi disegnati con artistica saggezza e visionarietà con pochi eguali.

E' altrettanto fuori questione, però, che non è dentro le trame sviluppate in queste bellissime confezioni regalo che si annida la bellezza della serie, sempre più appiattita sull'estetica e sulla ricerca della perfezione visiva.

In altri termini, e per concludere, non perdetevi Love, Death & Robots, non fatelo, ma non aspettatevi da esso un racconto di ampio respiro, ben sviluppato e ben ideato (per quello rivolgetevi, magari, ad Arcane). Dopo 3 stagioni sarebbe stupido aspettarselo cosi come sarebbe stupido aspettarsi che questa serie possa crollare in termini visivi.

Non ci riuscirebbe neppure provandoci.

Per nostra fortuna.

gif



Sviluppo Personaggi: 6

Complessità: 8

Originalità: 10

Autorialità: 7,5

Cast: /

Intensità: 4

Trama: 5

Coerenza: 5

Profondità: 9

Impatto sulla serialità contemporanea: 7

Componente Drama: 7

Componente Comedy: 2

Contenuti Violenti: 6

Contenuti Sessuali: 1

Comparto tecnico: 8,5

Regia: 6,5

Intrattenimento: 7

Coinvolgimento emotivo: 5

Opening: 6

Soundtrack: 3

Produzione: Netflix

Anno di uscita: 2022

Stagione di riferimento: 3

53 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti