• cinguettio
  • Instagram
  • Facebook Icona sociale

Lovecraft Country: First Impression - tra Green Book, Watchmen e Stranger Things

A volte basta davvero poco per diventare un cult ancor prima della messa in onda del pilot.

Il rischio, come accaduto a tante serie tv in passato, è che questa "sentenza" possa trasformarsi in un boomerang.

Solo il tempo ci dirà se questo sarà o meno il caso di Lovecraft Country, serie tv della HBO, da poco in onda sulla cable tv statunitense.

In rete pullulava lo slogan: "ecco la nuova Watchmen".

Uno slogan irritante perchè voleva esaltare una serie tv che ancora nessuna aveva visto, paragonandola ad una serie tv che in molti avevano snobbato pesantemente salvo osannarla non appena sono state comunicate le nominations agli Emmy Awards 2020, dove Watchmen ha polverizzato ogni record.

Ma qui su serialfiller.org le cose le verifichiamo, e da grandi ammiratori di Watchmen (vedere la classifica 2019 per credere) non potevamo non essere curiosi di questo nuovo show.

La visione del pilot è stata molto interessante.

Più che una nuova Watchmen (paragone forzatissimo) sembre un mix fra la serie tv di Damon Lindelof, Stranger Things ed il premio Oscar Green Book.

Di Green Book eredita la struttura on the road che accomunava il film con Mortensen e Alì, alla scoperta del cuore dell'America bianca, quella che osteggiava e derideva gli afroamericani come si osteggerebbe un nemico e come si deriderebbe una scimmia buffa allo zoo.

I 20 minuti finali devono molto alla serie dei fratelli Duffer, che ha avuto il grande merito di riportare mostri e paure tipiche degli anni'80 in tv.

E di Watchmen?



Dalla creature di Damon Lindelof, Lovecraft Country eredita la voglia di mettere al centro la questione razziale a tutti i costi e di farlo con originalità e stupore.

Da questo punto di vista le similitudini ci sono e sono apprezzabili.

Come ogni buon critico direbbe e come ogni libro insegnerebbe: diffidare dalle imitazioni.

Forse è questo il punto meno convincente di Lovecraft Country.

Lungo tutta la durata del pilot, sembra voler essere qualcosa di già visto.

Prendendo in prestito le parole dell'avvocato Guerrieri: "Ricorda qualcosa che non ricordo."

In quel caso, il protagonista di "La Misura del tempo" proferiva queste parole con un senso di meraviglia positiva, per descrivere una piacevole e inattesa sensazione.

In questo caso l'accezione è meno positiva e più legata ad una sensazione di dejavù nelle battute, nei dialoghi, nelle ambientazioni.

Lovecraft Country rischia di essere un'accozzaglia di "puntate precedenti".

Per sua, e nostra, fortuna, riesce a fermarsi ad un passo dalla mera imitazione, riuscendo a stabilire un netto confine tra la copia e l'ispirazione.

Ecco che, dunque, la serie tv ispirata all'omonimo romanzo di Matt Ruff, riesce ad essere un prodotto con una propria identità.



Questo, unito ad una bella messa in scena, ad un occhio attento sulla contemporaneità, ad un voler unire fantascienza e ricostruzione storica, dramma sociale, permette a Lovecraft Country di attestarsi con decisione fra le migliori novità dell'anno.

Troppo presto per dire se reggerà o meno, se migliorerà, se cadrà in goffe rincorse ai suoi padri spirituali o se, al contrario, avrà l'impeto e la forza di trovare la propria strada.

Ah Dimenticavo!

Lovecraft Country parla di....

Vi lascio alla sinossi ufficiale, inutile perder tempo a raccontarvi cose che trovereste ovunque su internet.

Non siete daccordo?

Eccola:


Lovecraft Country è basata sull’omonimo romanzo di Matt Ruff e pubblicato per la prima volta nel 2016. Lovecraft Country racconta la storia di Atticus Black (Jonathan Majors), un 25enne afroamericano che si unisce all’amica Letitia (Jurnee Smollett-Bell) e a suo zio George (Courtney B. Vance) per intraprendere un viaggio attraverso gli Stati Uniti degli anni Cinquanta nel pieno della segregazione razziale istituzionalizzata dalle leggi dell’apartheid, le così denominate “Jim Crow Laws”.
Atticus è in cerca del padre scomparso ed è disposto a tutto pur di trovarlo, ma presto inizierà una lotta alla sopravvivenza che vedrà Atticus scontrarsi con i terrificanti razzisti americani sostenitori della supremazia bianca, così come mostri terrificanti e spiriti malevoli che potrebbero provenire direttamente da un romanzo di H.P. Lovecraft.
(fonte tvserial)




Sensazioni dopo la visione del pilot:



Voglia di continuare a vederlo: 7,5

Voglia di consigliarlo: 8

Cast: 7

Comparto Tecnico: 8

62 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti
  • Twitter - Bianco Circle
  • Bianco Instagram Icona
  • Facebook - Bianco Circle

Il sito è online dal 19 luglio 2020

realizzato da serialfiller