• cinguettio
  • Instagram
  • Facebook Icona sociale

Made For Love: piccoli Black Mirror crescono

Dopo la fortunata, e intensa, partecipazione ad How I Met Your Mother, la carriera di Cristin Milioti ha subito un'accelerata che la sta portando ad essere un volto noto e apprezzato del piccolo e del grande schermo.

La ragazza della porta accanto sta diventando qualcosa di più.

Il suo apparire al pubblico come una donna dolce e irriverente, tenera e scapestrata, le sta consentendo di essere scritturata per parti sempre più intriganti e cucite sartorialmente su di lei.

Ne è un recente esempio la sua performance in Palm Springs, film a lungo in odore di nomination all'Oscar, nella quale si è calata nei panni di una giovane e bella ragazza perduta nella selva oscura della propria vita e ritrovatasi in una sorta di Russian Doll cinematografico. Poco prima l'avevamo ammirata in Death to 2020, dove interpretava una "soccer mom" tutta fake news e idiozie. Ancor prima l'avevamo incrociata in Fargo e nel frattempo aveva contribuito alla buona riuscita di uno degli episodi di Black Mirror più recenti.

La sua carriera è finalmente sbocciata ed il suo talento sta finalmente inondando sale e piccoli schermi.

Ultima dimostrazione è il ruolo di protagonista che HBOMax le ha affidato per la sua ultima produzione: Made For Love.

Accanto a lei troviamo Billy Magnussen (Boardwalk Empire, Maniac) ma è lei la mattatrice di questa nuova avventura telefilmica.

A proposito di Black Mirror, i primi 3 episodi di Made For Love ci permettono immediatamente di collegare la serie HBOMax al capolavoro di Charlie Brooker.

Il rapporto con la tecnologia, la distopia sottile dei nostri giorni e la svendita dei nostri dati al miglior offerente, sono temi centrali in Made For Love cosi come lo sono sempre stati nella serie tv di Channel 4.

Uscita il 1 Aprile su HBOMax ed ancora inedita in Italia, Made For Love è una serie tv in 10 episodi della durata di circa 30 minuti l'uno.

Byron Gogol è un magnate dell'Hi Tech che da oltre 10 anni vive nel cosiddetto nucleo, un eremo costruito nel bel mezzo del nulla, nel quale Byron ricrea una sorta di casa, di mondo utopico fatto di nuvole perfette e piscine nelle quali nuotare con un delfino, di pasti superenergetici e tecnologie avanzatissime.

Il potentissimo Byron condivide questo sogno con Hazel, sua adorata e giovane moglie (interpretata appunto da Cristin Milioti), con la quale è certo di poter divenire ben presto una sorta di Dio vivente capace di indirizzare menti e animi della popolazione mondiale.

L'ultimo dei suoi stravaganti sogni tecnologici è rappresentato da un chip impiantato nella mente di coniugi e fidanzati, in modo da permettere loro di condividere (ovvero spiare) ogni emozione, gesto o parola che il proprio partner prova, compie e proferisce durante la propria esistenza.

Basta quest'ultima frase per capire che ci troviamo di fronte ad una serie che attinge a pienissime mani dall'eredità che Black Mirror ha lasciato e lascerà per i prossimi 50 anni di serialità. Con Made For Love ci troviamo di fronte ad un prodotto che vuole farci riflettere spaventandoci con tecnologie oramai familiari ma esasperate all'ennesima potenza nel loro utilizzo e nella loro evoluzione.

Byron Gogol è una sorta di guru che con la sua influenza e genialità è capace di influenzare le masse e costringerci ad evolvere (o forse dovremmo dire involvere) in maniera asintotica con il le tecnologie da quest'ultimo propinate.

Hazel è l'arma segreta di Byron, la perfetta mogliettina felice e frizzante, sorridente ed entusiasta della vita che conduce e innamorata del proprio sposo.

Ma cosa accadrebbe se fosse proprio lei la prima a dover impiantare il chip che il marito sta progettando per lanciare il suo ultimo progetto dal titolo, per l'appunto, "Made For Love"?

I primi 3 episodi rispondono a questa domanda (non farò spoiler) restituendoci tutte le sfumature, e tutte le domande, che si potrebbero celare dinanzi ad un progetto di questo tipo.

E' innegabile che dietro la promessa di un miglioramento del dialogo fra conviventi e della vita di coppia, si nasconderebbero tantissimi problemi di carattere etico.

Vorremmo davvero sacrificare la nostra privacy in nome di un matrimonio perfetto?

Saremmo davvero cosi felici di conoscere i pensieri più reconditi del nostro partner?

Essere completamente trasparenti l'uno con l'altra, ci aiuterebbe a conoscere meglio il nostro amato o la nostra amata?

Sono domande spaventose verso le quali non dovremmo avere alcuna esitazione. Il mondo contemporaneo, però, ci ha dimostrato che questi temi sono quanto mai attuali e le risposte non cosi scontate. Come si spiegherebbe altrimenti la nostra scarsa riluttanza a cedere ogni nostro dato e pensiero ai vari social network che proliferano nell'etere? Quale sarebbe la spiegazione dietro la nostra felicità nel delegare a delle app di incontri la ricerca della nostra anima gemella?


Quale sarà la reazione di Hazel quando si troverà, inevitabilmente, di fronte a queste domande?

Abbraccerà la visione del marito o si libererà dalle catene di quest'ultimo per cercare nuove risposte?


Per scoprirlo vi invito a guardare almeno i primi 3 episodi.

Nel frattempo quello che posso garantirvi è che Cristin Milioti si dimostra una scelta perfetta per questo ruolo, per il quale regala una perfomance frizzante e ricca di quelle sfumature espressive alle quali ci stiamo sempre più abituando. L'ex attrice di How I Met Your Mother è perfetta nell'incarnare la vacuità di una donna che sta vivendo un sogno incredibile ma che resta annegata nel costante e sonnolento desiderio di tornare a vivere al di fuori di quel castello perfetto. Grazie alla Milioti, Made For Love non risulta mai solenne e caricaturale ma sempre calibrato perfettamente nei toni e nello stile.

Il prosieguo della stagione ci dirà quanto Made For Love possa diventare una serie importante o se resterà "solamente" una bella serie da vedere e consigliare ma alla quale non dare eccessiva risonanza.

Nel frattempo possiamo scoprire se questa nuova fatica di HBOMax è Made for Love per noi.


Voglia di continuare a vederlo: 9

Voglia di consigliarlo: 8+

Originalità: 9

Cast: 7

Comparto Tecnico: 6

Dove Vederla: HBOMax

Anno di uscita: 2021

366 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti