• cinguettio
  • Instagram
  • Facebook Icona sociale

Moon Knight-season finale: tra schizofrenia e classicità

Soddisfatti da Moon Knight?


Oscar Isaac è bastato?


Ci sarà un futuro nel Marvel Cinematic Universe per questo personaggio?


Difficile rispondere a tutte le domande.

Moon Knight è stata una serie molto controversa, basata su un fumetto non molto conosciuto, e dal background meno sfavillante di altre sue "gemelle" seriali.

Oscar Isaac ha fatto guadagnare punti con la sua performance ma è indubbio che lo show abbia sofferto.

Una sofferenza dettata da cosa? Attese del pubblico? Abitudine a vedere un certo tipo di azione nel MCU? Disinteresse verso un personaggio non famoso come Thor o come Iron Man?

E' indubbio che tutti questi fattori abbiano contribuito a far scemare l'attenzione verso questa serie Disney Plus ma è altrettanto innegabile che il marchio Marvel, la presenza di Isaac ed il sempre colossale marketing abbiano funzionato come controaltare a difetti e problemi sopra evidenziati sottoforma di domande (retoriche).

Il finale, però, ha, quantomeno, rilanciato quello che potrebbe essere il futuro di questo supereroe nel Marvel Cinematic Universe.

Segue qualche leggero spoiler.

Premesso che il meglio di se, lo show lo ha dato con il penultimo episodio, dal titolo Asylum, nel quale abbiamo finalmente scoperto l'origine di tutte le "pippe mentali" che Marc/Steven ha mostrato durante il suo percorso, è indubbio che questo finale riesce a chiudere il filone narrativo principale, proiettandoci verso un oscuro futuro per il protagonista.

E' incredibile, ed anche un po' preoccupante, che, forse, il migliore momento del season finale, sia arrivato con la scena post credit.

Credevamo, infatti, che il binomio Marc/Steven esaurisse tutte le turbe del nostro eroe, restringendo al duo di personalità le responsabilità e le scelte prese da Marc nel corso della sua vita.

Scopriamo, invece, che tra Marc e Steven si frappone un'altra personalità, quella più violenta e senza scrupoli, quella che, non a caso, Konshu vorrà tenere stretta a sè anche in futuro. Si tratta di Jack Lockey, terzo incomodo nella mente del protagonista, personalità all'interno della quale Marc raccoglie tutti i suoi impulsi più macabri. La brevissima scelta post credit ci raffigura Jack come un sicario, come un picciotto mafioso al soldo di Konshu.

Le catene che, a fine episodio, ancoravano Marc/Steven al letto derivavano, dunque, dal desiderio di trattenere Jack e non scatenarne la furia omicida in giro.

Si chiude, dunque, il cerchio sulle varie anime del protagoniste.

Noi che pensavamo che fosse Marc il "cattivo", abbiamo dovuto ricrederci.

Marc è la raffigurazione più umana del combinato disposto dalla sua mente, fatto di traumi e dolori tali da imporgli una vivisezione della sua psiche in almeno altre 2 personalità al di fuori di sè. Steven è, sicuramente la parte "buona" che alberga in lui ma, come abbiamo visto in Asylum, è specialmente la parte "protetta" di Marc, quella che non merita la sofferenza e che dalla sofferenza deve e ha bisogno di sfuggire per trovare un senso nelle cose di tutti i giorni. Jack, d'altra parte, rappresenta il male incarnato in Marc, quello da cui non può sfuggire, quello che lo ha condizionato a tal punto da diventare un killer spietato, assetato di sangue e vendetta.

Konshu, con il quale Marc e Layla avevano stipulato un patto per sconfiggere Harrow ed Ammit, questo lo sa benissimo e cosi riesce abilmente a liberare Marc e Steven, sapendo di poter ancora contare su di loro ma nella figura di Jack, senza, tuttavia, contravvenire al patto.

C'è il tempo anche per presentare un altro personaggio cardine della saga Moon Knight, quella Scarlet Scarab che qui vediamo impersonata da Layla e che tante polemiche ha generato sul web, ma queste discussioni le lascio agli appassionati dei fumetti, non avrebbe senso per me esprimere un giudizio che non potrebbe mai riuscire ad essere obiettivo.

In definitiva, dunque, Moon Knight riesce ad incidere senza essere mai davvero speciale.

Ritornando su quanto ho detto nei post precedenti, Moon Knight mi è sembrato un Legion che non ce l'ha fatta, fuori tempo massimo e molto meno profondo e pirotecnico rispetto al personaggio che Noah Hawley qualche anno fa aveva ritratto nella serie FX.

Per chi, come me, ha adorato Legion, lo stile e le scelte fatte in Moon Knight non rappresentano nulla di originale e incisivo.

Resta una buona serie, con un protagonista eccellente ed uno sbocco per il futuro tutt'altro che banale e trascurabile.



Scopri tutti i voti sulla prima stagione di Moon Knight

Sviluppo Personaggi: 9 Complessità: 7 Originalità: 5 Autorialità: 5,5 Cast: 9,5 Intensità: 6+ Trama: 6++ Coerenza: 6 Profondità: 6 Impatto sulla serialità contemporanea: 4 Componente Drama: 7 Componente Comedy: 3 Contenuti Violenti: 2 Contenuti Sessuali: 0 Comparto tecnico: 7,5 Regia: 5,5 Intrattenimento: 8 Coinvolgimento emotivo: 7 Opening: 2 Soundtrack: 6 Produzione: Disney Plus Anno di uscita: 2022 Stagione di riferimento: 1
















130 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti