• cinguettio
  • Instagram
  • Facebook Icona sociale

Outer Range: che cantonata!

Vi capita mai di prendere una cantonata?


Vi capita mai di restare delusi in maniera quasi scottante?


Pensavate davvero che Josh Brolin potesse risolvere qualsiasi problema?


Outer Range rappresenta forse la più grande cantonata presa nel 2022 seriale dal sottoscritto.

Nel post di first impression relativo al pilot, finivo, addirittura, per chiedermi se questa potesse essere "the nex big thing", tali erano le importanti premesse che avevo, chissà come, scorto nel pilot della serie Amazon Prime Video.

A beneficio di tutti, comunque, qui trovate le famose first impression.

Mi ero illuso di essere di fronte ad una serie dirompente.

Il cast conteneva un nome di prim'ordine come quello di Josh Brolin.

La storia sembrava avere tutti gli elementi per sfondare.

Il mistero presentato all'inizio aveva tutti i requisiti per diventare una nuova ossessione.

E invece...

E invece è accaduto tutto il contrario di quello che mi aspettavo.

Il cast si è rivelato in pessima forma.

La storia ha perso mordente.

Il mistero si è trasformato in una bolla.

Quel buco che risucchiava tutto e tutti dentro qualcosa di imperscrutabile è divenuto un buco enorme ma per la sceneggiatura.

I tormenti che affliggevano i personaggi sono divenuti un fardello per il loro sviluppo.

Le atmosfere plumbee sono divenute funeste più che foriere di grandi presagi e di grandi disvelamenti.

Abbiamo assistito a inutili arrovellamenti fra le varie storyline e risoluzioni posticce e senza senso.

La resa visiva è stata pessima, le scelte registiche improbabili.

Basti pensare all'ultimo inseguimento, quello che determinerà la fine della prima stagione.

Un inseguimento che nemmeno Die Hard 40 anni fa avrebbe avuto il coraggio di mettere in campo.

Pallottole che volavano in maniera insensata.

2 pistoleri contro uno ma con la mira di un uomo bendato. L'uomo in minoranza che diventa il più abile cecchino proprio quando la visuale manca e le auto corrono veloci.

Un disastro.

Il vero disastro, però, è stato lo sviluppo di storie e personaggi, sballottati a destra e a manca senza mai avere il passo deciso che una scrittura sicura imporrebbe.

Autumn fa cose a caso e viene proiettata avanti ed indietro nel tempo incerto della serie quasi a volerla far sembrare la costante di un universo caotico nel quale resterà poi solo il caos.

Nessuna vera linea da seguire e nessun vero mistero da scoprire. Nessuno, ma davvero nessuno riesce a compiere il proprio destino.

Il tavolo ribaltato nel finale è l'emblema di uno show che aveva apparecchiato bene la propria tavola, con leccornie di tutti i tipi ed invitati d'eccezione ma che alla fine ha scoperto di non avere nulla da offrire.

Ne una buona regia. Ne una buona recitazione. Ne una buona trama. Ne un buon mistero.

Nulla.

Anzi.

La serie ha annoiato tantissimo ed ha mostrato difetti in ciascuna di queste proprietà essenziali che dovrebbero costituire l'ossatura di un buono show.

Outer Range è stata, in definitiva, la mia cocente delusione quest'anno, nonchè la mia più incredibile cantonata.

Perdonatami se vi ho illuso tanto quanto mi ero illuso io.


 


Sviluppo Personaggi: 4

Complessità: 6

Originalità: 6,5

Autorialità: 6

Cast: 7,5

Intensità: 6+

Trama: 5

Coerenza: 5

Profondità: 5,5

Impatto sulla serialità contemporanea: 1

Componente Drama: 8

Componente Comedy: 0

Contenuti Violenti: 3

Contenuti Sessuali: 1

Comparto tecnico: 6,5

Regia: 4,5

Intrattenimento: 2

Coinvolgimento emotivo: 5

Opening: 5

Soundtrack: 1

Produzione: Amazon Prime Video

Anno di uscita: 2022

Stagione di riferimento: 1

157 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti