top of page
  • cinguettio
  • Instagram
  • Facebook Icona sociale

Dark Matter: ne parlano tutti male e invece…

Con Dark Matter Apple TV Plus piazza l’ennesimo adattamento televisivo di una importante opera letteraria, omonima e a firma Black Crouch che qui si pone anche nelle vesti di sceneggiatore della serie stessa.

Al tempo stesso, Apple allarga ulteriormente la sua offerta sci-fi che, dopo il grande successo di For All Mankind quest’anno aveva visto il proprio cestino riempirsi di un’altro opera ambiziosa come Constellation che, tuttavia, non aveva raccolto i frutti sperati.

Dark Matter sembra soffrire di essere quella venuta dopo, quella che si mette in scia e non quella che crea la scia che altri prodotti dovranno seguire risultando, ben presto, una serie dimenticata, poco pubblicizzata e spesso bistrattata.

Non stupitevi, dunque, se non la doveste trovare nelle prime posizioni della classifica LIVE 2024.

Ciò detto, ed in riferimento al pilot che ho visto recentemente, è davvero così malvagia?

Recensione Dark Matter Serie TV Fantascienza Apple TV Plus serialfiller

La risposta alla domanda non può che essere articolata e, ovviamente, parziale visto il riferirsi al solo primo episodio.

In questi scarsi 50 minuti non ho mai perso il filo del discorso e non ho mai perso la voglia di andare avanti e questo è un bene.

Al tempo stesso quella sua linearità mi ha annoiato essendo questa una serie fantascientifica che si propone di portarmi in universi paralleli. La voglia di andare avanti viaggiava in parallelo con la forte sensazione di aver visto più o meno qualcosa di simile negli anfratti della mia memoria televisiva oramai vastissima. Dalla metà del primo episodio in poi, tanto per fare un accostamento, non passava sequenza in cui non ripensassi a Counterpart o Fringe e questo è un male.

Venendo al cast, invece, ho provato sempre molta gratitudine nel vedere su schermo la bravissima e sempre bellissima Jennifer Connolly ed il facciamole burbero di Joel Edgerton sebbene non abbia mai provato quello stupore e meraviglia nel vederli recitare come, ad esempio, ho provato recentemente nel vedere all’opera Andrew Scott in Ripley o Anna Saway in Shogun.

Volendo fare un parallelo, invece, con la prima citata Constellation, direi che le sensazioni che mi lascia Dark Matter sono leggermente migliori a scapito di una messa in scena peggiore.

La storia in sé, per concludere questo giro di confronti, non mi dispiace e mi intriga ma senza mai stupirmi del tutto, lasciandomi la convinzione che l’appiglio che Dark Matter riesce ad avere col sottoscritto sia più legato ad una mia predilizione verso questo tipo di storie che alla bontà della storia stessa.

Insomma, Dark Matter potrebbe essere la serie da copertina per il post consueto di serie da “vorrei ma non posso” che vi ho proposto nello scorso speciale di fine anno e che a fine 2024 conto di proporvi di nuovo, sempre che in un universo parallelo lo show non dimostri di essere la migliore serie tv sci-fi dell’anno, cosa della quale dubito fortemente ma mai dire mai.


 

Voglia di continuare a vederlo: 7

Voglia di consigliarlo: 6+

Originalità: 5

Cast: 7

Comparto Tecnico: 6+

Opening: 9

Dove Vederla: Apple TV Plys

Anno di uscita: 2024

71 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

コメント


bottom of page