• cinguettio
  • Instagram
  • Facebook Icona sociale

Yellowjackets: first impression

Nostalgici di Lost?


Desiderosi di un po di mistero?


Un mistero che sia anche abbastanza thrilleroso?


Io forse ho un titolo che vi manderà in estasi e si chiama Yellowjackets, in onda sul finire di questo 2021 su Showtime.

Oggi vi parlo delle prime impressioni che ho avuto nel guardare il pilot di questa serie che credo possa piacere a molti, riservando buone sorprese e conservando con se anche una certa dose di rischio, dettata dal terreno scivolosissimo entro la quale sembra volersi muovere.

Guardarla mi ha ricordato anche come Showtime spesso venga dimenticata pur trattandosi di una cable tv che ci ha regalato robina come Dexter, Homeland, Ray Donovan, Escape from Dannemora, Who is America e tante altre chicche.

Un gruppo di ragazze, parte di una fortissima squadra di calcio femminile a livello giovanile, parte per il campionato nazionale tanto atteso.

Un aereo le porterà a destinazione.

O meglio, avrebbe dovuto portarle a destinazione.

Quell'aereo precipita.

Alcune si salveranno.

Altre no.

Per 19 mesi nessuno riuscirà a trovarle.

E qui nasce il mistero.

Tra flashback e flashforward sul finale iniziamo a capire cosa significasse davvero quel cold open che ha messo letteralmente i brividi, generando nello spettatore un senso di WTF fortissimo.

Chi sono quei barbari che seminano trappole sull'isola?

Perchè sgozzano cosi brutalmente una donna?

Cosa ci faceva una donna seminuda in quel paesaggio lunare e preistorico ai confini del mondo?

Cosa è successo e perchè ad un tratto torniamo 25 anni indietro e ci vengono mostrate delle graziose e allenatissime ragazze mentre gioiscono su un campo da calcio?

Il pilot ci presenterà i personaggi e inizierà ad unire i puntini su quello che accadde nel 1996 e quello che potrebbe accadere oggi, nel 2021 a quelle ragazze, a quel paesino, a quei giovani protagonisti.

Di Lost c'è fondamentalmente solo il mistero legato alla caduta di un aereo su una non precisata isola. A ben vedere, forse vi è anche quel tratto misterioso che caratterizzava la serie di JJ Abrams e Damon Lindelof, per il resto credo che utilizzare lo schianto di un aereo su un'isola fosse solo un espediente per catturare l'immaginario collettivo di noi inguaribili serialifller.

Il resto mi ha ricordato soprattutto altri 2 show, entrambi usciti in questo 2021 ricco di bellissime serie tv.

La prima è Cruel Summer (qui la recensione) di cui Yellowjackets mi ha ricordato molto quella cornice teen ricca di segreti e personaggi solo apparentemente tranquilli e spensierati.

La seconda è una nostra serie, quella Anna (qui la recensione) di Niccolò Ammaniti che ci ha mostrato come un mondo in mano agli adolescenti possa essere un mondo caotico e brutale come pochi altri.

Partendo da queste considerazioni non posso fare altro che applaudire a questa serie, renderle onore con questo post e sperare che le tante cose buone viste nel pilot non si disperdano lungo la strada.

Non ci resta che incrociare le dita e rivederci su questi lidi nel prossimo futuro per fare un bilancio più completo sulla prima stagione che si concluderà alla fine di gennaio.



 

Voglia di continuare a vederlo: 7,5

Voglia di consigliarlo: 7

Originalità: 6,5

Cast: 6+

Comparto Tecnico: 6+

Dove Vederla: Showtime

Anno di uscita: 2021

106 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti