top of page
  • cinguettio
  • Instagram
  • Facebook Icona sociale

Shrinking ci permetterà di salutare Ted Lasso senza il magone

Fremevo dalla voglia di parlarvene ma, sapete com'è, sono stato impegnato per ben 2 mesi nello speciale 2022.

Ecco a voi il recap di tutto il lunghissimo speciale sulle serie tv andate in onda nel 2022!

Di cosa volevo parlarvi?

Si, scusatemi.

Di Shrinking ovviamente!

La seconda cosa su cui avevo maggiore voglia di fare 2 chiacchiere seriali dopo The Last Of Us (qui la recensione).

La serie HBO con Pedro Pascal e Bella Ramsey pare assai irraggiungibile visto il livello clamoroso che sta offrendo di episodio in episodio ma direi che Shrinking rappresenta, senza alcun dubbio, un'altra gemma di un 2023 che è iniziato più che bene a mio modo di vedere.

Vi posso chiedere un piccolo gesto?

Iscrivetevi ai vari canali social che qui vi riporto per semplicità:



Bene, bene, bene.

Di motivi per indurvi a mettervi in pari con Shrinking ce ne sono a iosa.

Mi limiterò a farvi una domanda.

Avete amato Scrubs e/o Ted Lasso?

Se avete risposto "si" allora abbiamo già sufficienti argomentazioni sul tavolo per chiudere la discussione.

Se avete risposto "no" abbiamo un problema.

Shrinking è l'erede perfetto di quei 2 magnifici show.

Il creatore, non a caso, è lo stesso.

Bill Lawrence, infatti, è tornato a deliziarci proprio nell'anno in cui Ted Lasso ci dirà addio per sempre.

Già piango all'idea di salutare il baffuto coach del Richmond, finito in questo post insieme ad altre serie di rilevanza assoluta e che torneranno nel 2023.

Tornando a Shrinking e a quell'eredità pesantissima, voglio dirvi una cosa.

E' facile accostare uno show sapendo che dietro quel prodotto ci sia la stessa mente del titolo a cui la stavate accostando.

Posso garantirvi che, se siete amanti e conoscitori di Ted Lasso e Scrubs, troverete, quasi istantaneamente, un'aria familiare ad attendervi nella seduta di gruppo che Bill Lawrence ha allestito per voi.

Ad aggiungere motivazioni ulteriori vi è il cast.

Harrison Ford, dopo aver partecipato a 1923, torna in tv a strettissimo giro e lo fa in una veste più comica. Un nome, quello dell'eterno Indiana Jones, che non lascia indifferenti, specie in uno show più leggero come Shrinking è, dove Ford è chiamato a vestire i panni di un burbero ma umanissimo e sornione terapeuta, vate e guida per i suoi 2 giovani soci.

Uno dei 2 è interpretato dal vero protagonista e mattatore dello show.

Jason Segel, indimenticabile Marshall di How I Met Your Mother e sottovalutato ideatore di Dispatches From Elsewhere, è uno psicologo in crisi, un uomo in lutto, un padre che fatica a costruire un rapporto con la sua unica figlia.

La serie affronta il dolore con il piglio di chi sa esattamente di cosa stia parlando e di quanto serva forza, determinazione e coraggio per affrontare la vita, spesso piena di ostacoli, brutte sorprese e delusioni.

Ma allora, se la vita è cosi piena di dossi e ripide salite, perchè complicarla ulteriormente con facce tristi, negatività e rassegnazione?

Ed eccolo che arriva il Ted Lasso style, quello che rende Jimmy un uomo che potrebbe lamentarsi ogni singolo istante ma che decide di riprendere in mano la sua vita ed affrontarla col sorriso, cambiando le giornate e l'esistenza dei suoi turbolenti pazienti approcciando il mestiere dello psicologo con un rinnovato entusiasmo ma anche con un modus operandi atipico che mal si presta alla professione e che poco ortodosso appare agli occhi dei suoi colleghi e amici.

Solo cosi, però, Jimmy riuscirà finalmente ad elaborare la perdita, a riavvicinarsi a sua figlia, a riallacciare rapporti importanti, a stabilire dei limiti ed aprire, contestualmente, le porte di casa al prossimo.

C'è tantissima vita, tantissima umanità in quello che Shrinking, tra una gag e l'altra, ci mostra ma soprattutto vi attenderanno una vagonata di risate e di situazioni comicissime che vi ricorderanno tanto Scrubs e vi faranno amare questa nuova perla di Apple TV Plus.

216 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page