• cinguettio
  • Instagram
  • Facebook Icona sociale

Slow Horses: Gary Oldman & First Impression

Volete perdervi una serie con Gary Oldman?


Siete a caccia di un robustissimo spy - drama?


Volete perdervi l'ennesima prodezza di Apple TV Plus?


Per vostra conoscenza, la casa di Cupertino ha appena sfornato un altro super gioiellino.

Si chiama Slow Horses e, tra le altre cose, si presenta a noi con un membro del cast che vorreste davvero vedere recitare in una serie del genere, in un ruolo del genere. Sto parlando del premio Oscar per The Darkest Hour, sto parlando di Mr. Gary Oldman che qui, pur in una parte abbastanza marginale nel pilot, sfodera tutta la sua bravura.

Slow Horses non vi deluderà.

Il combinato disposto di buona scrittura, ottimi interpreti ed Apple TV Plus vi consentirà di mettere la mano sul fuoco per quanto riguarda questo nuovo show.

Slow Horses inizia a mille giri.

Il ritmo dei primi minuti è forsennato.

Si corre, si spintona, si lotta contro il tempo.

Siamo in un aereoporto e tutto sembra apparecchiato per un grande attentato terroristico.

Fra il detonare di una bomba e la salvezza vi è l'agente Cartwright, agente dell'MI5 , in missione per conto dell'intelligence britannica per sventare un non precisato attacco, perpretrato da una non precisata persona.

Non tutto fila liscio, non tutto va come deve andare.

Anzi.

L'agente Cartwright verrà declassato e finirà alla Slow House, capitanata da Jackson Lamb (Gary Oldman), uomo particolarmente eccentrico, spocchioso e aggressivo che non cesserà di infilare il coltello nella piaga del povero Cartwright.

Ne susseguirà un gioco di interazioni e di situazioni che porteranno ad emergere un potenziale nuovo pericolo per il regno unito tutto, pericolo che, come da manuale, sarà in qualche modo fiutato proprio dall'agente messo in soffitta.

Il pilot stuzzica e ci mostra quello che Slow Horses sa fare, e non è poco.

Sembra essere, per l'appunto, un appetizer, un piccolo accenno al grande buffet che sta per arrivare.

Il voto a Slow Horses non può che essere duplice.

Da un lato il voto, alto, a quello che abbiamo visto.

Dall'altro un voto, alto, a quello che ipotizziamo la serie possa fare.

Motivo sufficiente per spingervi a guardarlo e, soprattutto, ad avere fede in lui.

Non credo si arrivi ai livelli stratosferici di The Americans (a proposito, quanto è ritornato ad essere attuale con la guerra in Ucraina?), e siamo a livelli molto più alti della recente Teheran (sempre a cura Apple TV Plus). Molto più probabile che Slow Horses accarezzi le guance di Homeland, provando a prenderne l'eredità. Legacy ingombrante quella lasciata da Carrie Mathison e Saul Berenson. Difficile non farli rimpiangere ma se c'è una serie che potrebbe riuscirci quella, oggi, è proprio Slow Horses.

gif

Scopri i voti rispetto alle first impression su Slow Horses

Voglia di continuare a vederlo: 9,5 Voglia di consigliarlo: 8 Originalità: 6,5 Cast: 8,5 Comparto Tecnico: 6,5 Dove Vederla: Apple TV Plus Anno di uscita: 2022



103 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti