top of page
  • cinguettio
  • Instagram
  • Facebook Icona sociale

The Consultant: disinteresse totale - First Impressions

L'ammirazione totale per Christopher Waltz si sarebbe tradotta in un invaghimento verso la serie tv nella quale, per la prima volta, l'attore recita la parte del misterioso protagonista?

Con questa domanda nella testa, ed una speranza fortissima di trovare una risposta affermativa, l'altro giorno ho avviato la visione, su Amazon Prime Video, di The Consultant, miniserie in 8 episodi, da circa 30 minuti l'uno, con protagonista uno degli attori preferiti da Quentin Tarantino.

Tratta dall'omonima novel, la serie si presentava come un potenziale binge watching carico di intrighi e mistero.

Prima di procedere con il resto vi invito a dare un'occhiata agli ultimi post pubblicati:

Vi racconto la mia esperienza.

Al termine del primo episodio la mia reazione è stata, più o meno, la seguente.

Ottima idea, bell'avvio, stuzzicante conclusione, Waltz strano ma come al solito magnetico ma manca tutto il resto. Il pilot mi appariva come vuoto, acerbo, immaturo, un po' gettato lì, quasi come ad adagiarsi sul fatto che la storia in se avrebbe portato grandi sorprese e che a pensare al resto ci sarebbe stato l'attore premio Oscar.

Il bilancio, dopo un episodio, è stato talmente netto da lasciare quella giornata con la decisione che non avrei continuato la visione dello show di Amazon (qui le migliori serie del 2022 della casa di Bezos).

Il giorno dopo, abbastanza inaspettatamente, preda di mezzora libera inattesa, ho deciso di dare una seconda chance allo show e di proseguire con la visione.

Il secondo episodio mi ha lasciato sensazioni ancora meno positive.

Cosa c'è di peggio, per una serie mistery, di annoiare lo spettatore a tal punto da non instillargli, neppure per un secondo, la voglia di sapere cosa ci sia dietro quel protagonista misterioso, la voglia di arrivare fino in fondo per scoprire i motivi dietro tante situazioni anomale e inspiegabili?

Credo che non ci sia nulla di meno auspicabile per un autore che crea una serie come The Consultant vorrebbe essere.

Un personaggio diabolico che fa cose assurde, pretende cose inaccettabile, adotta comportamenti inqualificabili, si intrufola nei gangli di una azienda come nulla fosse, suscita il disgusto e il timore di tutti ma per 2 episodi resta lì, imperterrito, senza che nessuno denunci, faccia un video, posti un audio rubato, smentisca la sua traduzione coreana fallace, controlli quel che faccia.

Niente.

L'inverosimile allo stato puro.

Senza nessun guizzo nella sceneggiatura, nessun guizzo alla regia ed un Waltz sottotono ma, comunque, degno di un 7 in pagella.

Per adesso, dunque, un addio amareggiato ma convinto e la sensazione che a fine anno potremmo trovare lo show fra le serie più deludenti dell'anno o fra quelle più sottovalutate.

Voglia di continuare a vederlo: 4

Voglia di consigliarlo: 5

Originalità: 6--

Cast: 6,5

Comparto Tecnico: 3

Opening: 3

Dove Vederla: Amazon Prime Video

Anno di uscita: 2023





143 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

I bambini non mentono ma gettano "Veleno"?

Tratto dal podcast omonimo di Pablo Trincia, Veleno arriva su Amazon Prime Video sotto forma di docuserie. La recensione di Veleno

Comentários


bottom of page