• cinguettio
  • Instagram
  • Facebook Icona sociale

The Time Traveler's Wife - Una cancellazione dolorosissima

Moffattiani accorrete?


Pronti per ricevere una brutta notizia?


Anche HBOMax può deluderci?


Attenzione, attenzione, anche HBOMax può deluderci, ma non per i motivi che credete.

Con The Time Traveler's Wife la delusione è cocentissima ed è legata al fatto che, dopo una prima stagione che, tra alti e bassi, aveva regalato sprazzi di quel gentile ed arrovellato sci-fi alla Moffat (che tanto ci piace) la cara HBO ha deciso di cancellare lo show.

La critica non convinta, il pubblico non numeroso ha portato a questa dolorosa cancellazione, cancellazione che fa imbufalire per due motivi principali.

Il primo è legato al fatto che, nonostante tutto, The Time Traveler's Wife mi aveva convinto e mi spingeva settimanalmente ad attendere l'episodio successivo (e per una serie questo è tutto ciò che conta, in fondo). Il secondo motivo risiede nel fatto che la prima stagione termina con un mondo di cose ancora da dire, con un finale che non potremmo neppure definire aperto poichè semplicemente non era stato concepito come un finale ma come una prima parte di un racconto di respiro ampissimo.

Sapere che la storia fra Clare ed Harry finisce qui fa veramente male.

Le domande erano tante e la voglia di continuare a perdersi nella sregolatezza di Moffat era tanta.

Torniamo un secondo indietro alle mie first impression (le trovate qui).

Come avrete modo di leggere, i voti erano altissimi e la voglia di continuare a vederlo alta.

Per chi ama il Doctor Who e si riconosce nell'era Moffattiana, The Time Traveler's Wife in versione seriale, accompagnato anche dalla regia di David Nutter, aveva tutte le carte in regola per essere un cult. Ed in fondo, nella sua breve vita, lo è stato.

Viaggi nel tempo come se piovesse, timeline che si intersecano in maniera apparentemente caotica e senza senso, un grande scontro filosofico fra predeterminazione e libero arbitrio ed una vena rom-com che avrebbe potuto, in teoria, attirare anche il pubblico più "leggero".

A quanto pare cosi non è stato eppure questa versione mi convince poco.

Ho fatto un giro sul web per leggere review italiane e straniere sullo show.

Tendenzialmente è stato stroncato eppure non ho notato critiche sostanziali alla serie se non delle critiche molto più contemporanee e spesso molto pericolose se applicate all'arte.

In molti denotavano come fosse poco elegante mostrare un uomo nudo ad una bambina e come fosse "malato" mostrare l'innamoramento, il "plagio" di quella piccola mente da parte di un uomo adulto che di fatto stava costringendo una giovane Clare ad innamorarsi di lui.y

L'amore dipinto nella serie è stato visto come un amore perverso dettato da regole imposte dal cattivissimo uomo adulto atto ad incatenare a se la giovane donna indifesa.

A mio avviso, questa è una lettura artificiosa e strumentale di quello che è un amore comunque forte e che, a vederla dalla prospettiva opposta, supera i confini a noi noti dello spazio tempo, facendosi beffe di timeline, inconvenienti ed impossibili pianificazioni. Russian Doll (qui la recensione) ci era riuscita negli ultimi anni a costruire qualcosa di simile (cosi come anche Dark) ma Moffat è sempre Moffat.

Altra goffa critica che viene mossa allo show è quella di dipingere una figura femminile, quella di Clare, tutta appiattita su quella maschile e dunque fuori tempo. Alcuni l'hanno definita un'offesa al femminismo.

Rifuggo, personalmente, un femminismo che non sa prendere con leggerezza una storia d'amore, tra l'altro tratta da un libro di 20 anni, fra una donna ed un crononauta e che vede come offensiva la narrazione di una donna innamorata, fedele, leale e accorta al suo uomo.

La domanda che mi sorge spontanea in questi casi è: se fosse stato l'uomo ad essere fedele, innamorato, leale e accorto (cosa che tra l'altro Harry è in questo show) verso la propria donna viaggiatrice nel tempo, qualcuno avrebbe parlato di "femminismo tossico" e di "offesa al maschilismo"?

Non credo.

Ed ecco che quindi si scade nel ridicolo, perdendo l'occasione di appassionarsi ad uno show che racconta di un amore senza tempo, di giochi e linee temporali intrecciatissime, del nostro rapporto con la nostalgia e la memoria, di come sia difficile coesistere in situazioni inverosimili ma che nascondono tante analogie con la difficoltà delle coppie contemporanee di allinearsi e di ritrovarsi nel proprio rapporto.

Il libero arbitrio è ovviamente centrale nello show e tanti sono i momenti in cui Moffat ci suggerisce che, anche in presenza di un tempo già scritto, le nostre scelte contano e sempre conteranno.

Restano in sospeso troppe cose, dalla maternità futura e sperata di Clare al piede misterioso lasciato in strada da un soggetto ignoto ad inizio stagione. La cancellazione pesa molto e dispiace cosi come dispiace leggere di cose cosi tanto fuori dal contesto realizzato e raccontato da Moffat e Nutter.

Torniamo indietro nel tempo e convinciamo la HBO a ritrattare tutto e rinnovare la serie?

Ditemi che si può fare...

Sviluppo Personaggi: 9

Complessità: 8

Originalità: 8

Autorialità: 7,5

Cast: 7

Intensità: 6,5

Trama: 6

Coerenza: 6

Profondità: 7

Impatto sulla serialità contemporanea: 3

Componente Drama: 7

Componente Comedy: 2

Contenuti Violenti: 1

Contenuti Sessuali: 3

Comparto tecnico: 5

Regia: 7

Intrattenimento: 8,5

Coinvolgimento emotivo: 9

Opening: 9

Soundtrack: 4

Produzione: HBO Max

Anno di uscita: 2022

Stagione di riferimento: 1

90 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti