top of page
  • cinguettio
  • Instagram
  • Facebook Icona sociale

Le migliori attrici del 2021 seriale

Dopo tanti, tantissimi post che hanno raccontato l'anno seriale appena volato via attraverso le serie tv che meglio lo hanno rappresentato, oggi viro su volti e carisma di 15 donne che nel 2021 hanno dato prova di essere delle professioniste che il medium televisivo dovrebbe ringraziare ab aeterno.

Ho collezionato 15 nomi e cognomi di attrici che hanno offerto una prestazione eccellente, a volte anche grazie a serie di altissimo livello uscite impreziosite dalla loro performance, altre volte da serie cosi cosi che però, grazie a loro hanno potuto emergere.

Quanto una prova attoriale dipenda dalla scrittura e viceversa non lo sapremo mai ma è bello sapere che a volte le 2 cose convergono fino a farci dire "quell'attrice era nata per interpretare quel ruolo", ed in alcuni casi, seppure rari, questo è accaduto anche nel 2021 seriale.

Vi presento queste brave, bravissime attrici ma prima andate a votare quella che è stata la migliore serie 2021 (avete ancora pochissimi giorni):


VOTA LA MIGLIORE SERIE TV DEL 2021!

 

Elisabeth Moss (The Handmaid's Tale)


Voglio cominciare dalla scelta più ovvia che si potesse mai fare (preciso che l'ordine è casuale, non è una classifica ma una lista). Elisabeth Moss trasforma in oro ogni ruolo che tocca.

La sua Offred/June è oramai iconica.

Se avete visto The Handmaid's Tale sapete di cosa parlo ma se non lo avete visto e sapete di chi sto parlando allora sarete la testimonianza di quanto poco fa detto. June/Offred è un'icona e se lo è diventata è soprattutto grazie all'intensa, sommessa, arrabbiata, avvilita recitazione della Moss.


Elizabeth Olsen (WandaVision)


Da un'icona di nicchia ad un'icona mainstream.

La bellissima Elizabeth Olsen, dopo i fasti di "Sorry For Your Loss" ha dimostrato a tutti di avere ogni carta in regola per essere ritenuta anche una grande attrice e non solo quella bella, ricca e famosa attrice che interpreta Scarlet Witch nel Marvel Cinematic Universe.

Il fatto che la consacrazione avvenga proprio grazie alla sua prova nella prima serie tv Marvel/Disney Plus nella quale torna a vestire i panni di Wanda Maximoff non è e non può essere casuale.


Sarah Snook (Succession)


E qui veniamo al primo caso in cui è la scrittura a permettere ad un'attrice di emergere.

Shiv Roy è un personaggio straordinariamente potente che ha risaltato la bravura della sua interprete. Sarah Snook ha beneficiato estremamente della penna di Adam McKay e soci e lei ha saputo farsi cogliere preparata, al momento giusto e nel modo giusto, divenendo una delle attrici più riconoscibili del pianeta seriale.


Kate Winslet (Mare of Easttown)


Forse, e dico forse, la maggior parte delle attrici di questo lotto avranno bisogno di una minima introduzione.

Lei no.

Kate Winslet è preceduta dalla sua fama.

La sua Mare in questa splendida e solidissima serie HBO, è solo l'ennesima testimonianza della sua classe.


Sarah Paulson (American Crime Story)


Non esisterebbe questa classifica senza Sarah Paulson.

La musa di Ryan Murphy è riuscita a convincere anche senza svelarsi troppo, camuffata come era dietro un trucco e parrucco che l'hanno resa irriconoscibile.

Ma il talento, quello puro, lo riconosci da 10000 km e anche stavolta questa stella ha brillato.


Rose Byrne (Physical)


Prima vera sorpresa di questa lista è la frizzante Rose Byrne che nella mai troppo menzionata Physical ha fatto fuoco e fiamme alternando la pacata faccia da casalinga e madre all'energica e passionale sagoma di una diva del fitness.

La serie brilla anche, se non soprattutto, grazie a questa sua fascinosa e tramortita doppiezza.


Elle Fanning (The Great)


Ma quali parole nuove e pure potrei mai trovare per descrivere la facilità con cui Elle Fanning ha fatto propria una figura ingombrante e complicata come quella di Caterina La Grande?

Ma quanto perfetto è stato questo connubbio?

E quanto immensa è stata la giovane Fanning?


Olivia Colman (Landscapers)


Premio Oscar. Premio Emmy. Premio Golden Globe. Premio vinco tutto io. Poteva mancare Olivia Colman in questa lista?

Eh no che non poteva e questa presenza non è solo un tributo ma un riconoscimento all'ennesima grande prestazione, stavolta in Landscapers.


Kaitlyn Dever (Dopesick)


E' da un po di tempo che tenevo d'occhio la Dever, nata con Justified e cresciuta a poco a poco, ruolo dopo ruolo in produzione sempre eccellenti.

Con Dopesick la sua prestazione è travolgente e sofferente e noi con lei abbiamo sofferto e ci siamo sentiti sopraffatti dalla storia nella quale Danny Strong ha deciso di coinvolgerla.

Anno di grazia per la Dever ed è tutto meritato.


Margaret Qualley (Maid)


Se Maid è stata una sorpresa per tutti non si può dire lo stesso per Margaret Qualley.

In molti non la conoscevano ma lei in The Leftovers prima ed in Once Upon a Time in America poi, aveva già mostrato che dietro quel viso pallido e quella pelle di porcellana si nascondeva una potenziale grande attrice.

Grazie a Maid ora lo sappiamo tutti.


Christin Milioti (Made For Love)


Christin Milioti in questi anni ha spesso incarnato il prototipo della ragazza della porta accanto, della fidanzatina irriverente, dolce e divertente che tutti vorremmo. In Made For Love interpreta una donna soffocata da un amore particolare e unico dal quale fugge, fugge e fugge senza sapere bene dove andare e da cosa scappare e lo fa con la consueta foga, la consueta follia, la consueta divertente espressione da ragazza della porta accanto tenera, effervescente e labirintica.