top of page
  • cinguettio
  • Instagram
  • Facebook Icona sociale

I migliori Attori delle serie tv in onda nel 2023

Essere celebrati come attori sul piccolo schermo non rappresenta, oramai da anni, più un contentino.

In tv non si va a morire artisticamente, anzi, spesso, ci si ritrova a rilanciare la propria carriera.

E' il caso di alcuni degli attori che menzionerò fra poco e che saranno protagonisti anche del sondaggio che troverete a fine pagina.

Sono tanti, sono i migliori attori che hanno reso grandi alcune serie tv in onda nel 2023.





Jon Hamm (Fargo/The Morning Show/Good Omens)


Lo abbiamo visto triplicare gli impegni quest'anno.

Leggendario in Fargo.

Distopico e romantico in The Morning Show.

Angelico e smemorato in Good Omens.

L'attore dell'anno?

Bob Odenkirk (Lucky Hank/The Bear)


Svestiti i panni di Saul Goodman, Mr Odenkirk era in cerca di una nuova identità.

L'ha trovata in un prof. di letteratura con un futuro radioso dietro le spalle.

Una comparsata da ricordare in The Bear, come guest star in uno dei migliori episodi dell'anno.

Nathan Fielder (The Curse)


Il genio della lampada sta facendo sempre più capolino nel mondo seriale.

Stavolta insieme ad Emma Stone.

Ancora un pregevole mock per lui.

David Tennant (Doctor Who/Good Omens/Ahsoka)


Vale per lui quel che abbiamo detto per Hamm.

Uomo ovunque della serialità.

E senza mai fallire.

Jeremy Strong (Succession)


Per noi tutti il suo nome sarà per sempre associato al Kendall Roy di una delle serie più belle di tutti i tempi.

Kieran Culkin (Succession)


Per noi tutti il suo nome sarà per sempre associato al Roman Roy di una delle serie più belle di tutti i tempi.

Joe Pesci (Bupkis)


Non ha bisogno di presentazioni.

Per la prima volta in tv.

Ricordandoci di chi stiamo parlando.

Pedro Pascal (The Last of Us/The Mandalorian)


Non solo Star Wars per Pedro Pascal che quest'anno è il protagonista di una delle migliori serie dell'anno.

Il suo nome gira ovunque.

Il suo personaggio è già cult.

Paul Giamatti (Billions)


Fresco di candidatura all'Oscar.

Fresco di addio a Chuck Rhoades.

Ciao Chuck.

Ciao Billions.

Jeremy White (The Bear)


Una delle serie dell'anno.

Uno dei personaggi dell'anno.

Uno dei più intensi.

Billy Cudrup (The Morning Show)


Sempre abile.

Sempre acuto.

Sempre un piacere incrociare Cudrup ed il suo Cory.

Ncuti Gatwa (Doctor Who/Sex Education)


L'unica buona notizia di Sex Education.

Una fresca novità per tutti i Whovians.

E' stato anche il suo anno.

Liev Schreiber (A Small Light)


In una veste inedita il buon Liev ci restituisce tutta la forza e la dignità di un padre ebreo durante la seconda guerra mondiale.

Performance eccelsa.

Idris Elba (Hijack)


Non è quello di The Wire.

Hijack non è The Wire.

Idris Elba è sempre Idris Elba.

Dominic West (The Crown)


Monumentale.

Nonostante le tante critiche.

Cosi come tutta la serie.

Brian Cox (Succession)


Parlando di monumenti, ecco a voi sir Brian Cox.

Il ruolo è iconico.

L'occasione è di quelle speciali.

Gary Oldman (Slow Horses)


Altra statua, altro monumento.

Gary Oldman fa paura tanta è la sua bravura nel trasformarsi ossa, pelle e spirito in Jackson Lamb.

Lee Pace (Foundation)


E' il momento di un imperatore.

Quello interpretato perfettamente da Lee Pace in Foundation.


Alexander Skarsgaard (Succession)


Succession ha raggiunto livelli talmente alti da permettere anche ad un recurring di presentarsi ai blocchi di partenza come uno dei migliori attori dell'anno.

Bruce Greenwood (The Fall of The House of Usher)


Serie strana quella di Mike Flanagan.

Bruce Greenwood la rende più "facile" con la sua voce e la sua sicurezza.

Harrison Ford (1923/Shrinking)


Meglio in 1923 che in Shrinking.

Più facile dimenticarlo nella prima che nella seconda, però.

Harrison Ford sul piccolo schermo è una meraviglia.

Tom Hiddleston (Loki)


Loki è Hiddleston.

Hiddleston è Loki.

Uno di quegli esempi in cui l'attore fa il personaggio e viceversa.

Steven Yeun (Beef)


Sono lontani i tempi di Glen in The Walking Dead.

Ora Steven Yeun vince premi, viene nominato ad Emmy, Oscar, Golden Globe.

E con merito.

Timothy Oliphant (Justified/Full Circle)


Altro grande aficionados del piccolo schermo.

Torna col suo cappello in Justified.

Si smarrische nel thriller di Soderbergh.

Sempre al top.

Nicholas Braun (Succession)


Risate.

Disagio.

Risate.

Jason Suidekis (Ted Lasso)


Addio Ted.

Addio Ted Lasso.

Grazie Suidekis.

Ebon Moss Bacharach (The Bear)


Menzioniamo anche lui.

The "cousin" se l'è meritato.

Tom Holland (The Crowded Room)


Niente tutina.

Solo ragnatele mentali.

Bravo Tom.

Matthew MacFayden (Succession/Stonehouse)


L'anno della consacrazione.

Strameritata.



Il miglior attore del 2023?

  • Dominic West (The Crown)

  • Pedro Pascal (The Last of Us)

  • Matthew MacFayden (Succession/Stonehouse)

  • Jeremy Allen (The Bear)

You can vote for more than one answer.


71 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page