• cinguettio
  • Instagram
  • Facebook Icona sociale

Sapphire ci porta dritti verso la fine di Peaky Blinders


Sapphire è il titolo del quarto episodio della sesta, ed ultima, stagione. In un'annata, classicamente, composta da 6 episodi, questo equivale a dire che altri 2 episodi e tutto sarà concluso.

L'epopea di Thomas Shelby e della sua burrascosa famiglia volgerà al termine e con essa la saga dei nostri amatissimi Peaky Blinders.

Per chi avesse visto Gold, terzo episodio della stagione 6, il titolo della quarta puntata potrebbe già dire qualcosa.

Parliamone dopo l'immagine in modo da regalarci qualche spoiler, laddove servisse.

Lo zaffiro blu, almeno nell'interpretazione gipsy di Esme, sorella di Tommy, è stato il seme della discordia e di tutte le sfortune del capo e fondatore dei Peaky.

Fu lui, infatti, a regalare quello zaffiro, molti anni prima ad una donna. Da quel momento in poi, la donna fu vittima di numerose sfortune, sfortune da lei attribuite a Thomas Shelby.

Nella migliore tradizione gipsy, quel giro di minacciosi e luttuosi eventi, innescò una profonda, puntuale e violenta maledizione, proprio verso Thomas Shelby.

Ruby, la tenera e innocente Ruby, sarà colei che quella maledizione subirà, morendo prematuramente all'età di 7 anni, vittima di tubercolosi.

A nulla servirà tutto l'oro del mondo.

A nulla servirà l'impegno infaticabile di suo padre Thomas.

A nulla servirà l'amore di Lizzie.

"Sapphire" si apre proprio con il funerale di Ruby.

Toccante come pochi altri momenti. Le urla di Lizzie, il silenzio degli astanti, la carrozza che brucia, la corona di fiori con scritto il suo nome. I momenti di dolore comune e personalissimo di tutta la famiglia.

Tutto ci fa stare male, creando una situazione ossequiosa tra noi, Lizzie e Tommy, quasi come tutto stesse accadendo davvero e non fossimo di fronte ad un momento di pura finzione.

E finzione, purtroppo, non è stata, a livello storico, quello che a tratti viene mostrato durante i minuti successivi.

Il mondo è impazzito.

Gli ebrei sono visti come il male e come il nulla allo stesso tempo. Svastiche vengono issate, saluti nazisti vengono messi in bella vista, uomini e donne giudicati per la loro discendenza, per il loro credo, per la loro appartenenza geografica, politica, etnica e religiosa.

L'alba del più vergognoso momento della storia dell'umanità è alle porte.

Thomas sarà colui che, almeno nella finzione, riuscirà a salvare il salvabile?

Tommy Shelby sarà il cavallo di troia di Winston Churchill?

Difficile dirlo.

Impossibile prevederlo.

Nonostante il tempo dei Peaky Blinders stia per scadere.

Cosi come quello di Tommy.

Cosi come quella lastra sentenzia.

Inappellabile.

Come lo scorrere del tempo.

Come un lutto.

Come una malattia.

Come i maledetti Peaky Blinders!


Voto Episodio: 8++

100 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti