top of page
  • cinguettio
  • Instagram
  • Facebook Icona sociale

Ahsoka Tano: Star Wars colpisce ancora!

Era attesissima la nuova serie tv spinoff di Star Wars e The Mandalorian incentrata sul personaggio di Ahsoka Tano, maestro Jedi apparso per la prima volta, serialmente parlando, proprio in The Mandalorian per poi ritornare nello spinoff di quest'ultima intitolato The Book of Boba Fett (qui la recensione). L'estremo successo della serie su Din Djarin e Grogu ed il fallimento di quella incentrata su Boba Fett avevano reso Ahsoka Tano la serie della verità ancor prima che essa potesse vedere la luce.

Sarebbe stato uno show capace di replicare il successo di The Mandalorian o una operazione commerciale fine a se stessa come si era, invece, rivelata, The Book of Boba Fett?

L'affascinante Rosario Dawson ritorna nei panni dello Jedi togruto con un peso sulle spalle enorme.

Sarà riuscita a sostenerlo?

Prima di scoprirlo, date un'occhiata alla classifica LIVE 2023, anche per capire in che posizione sarà arrivata la nostra protagonista!

Rosario Dawson è Ahsoka Tano

Si, assolutamente si!

Ahsoka Tano, almeno in questa fase iniziale ha dimostrato di poter sostenere, probabilmente anche sul lungo periodo, il peso delle aspettative e la responsabilità che tutto il fandom di Star Wars, e non solo, le ha attribuito.

D'altronde, per uno Jedi navigato cosa vorrete che sia riuscire a superare lo scoglio di un pilot ben fatto?

Domanda retorica e scontata ma solo all'apparenza. Un altro Jedi, di ben altro lignaggio, non era riuscito a superare la prova seriale. Obi Wan Kenobi, infatti, aveva lasciato non poche crepe nella fiducia fra il pubblico ed il franchise, crepe che l'ottimo Andor aveva sanato in gran parte. Oggi, con il doppio episodio andato in onda il 23 Agosto 2023, Ahsoka Tano sembra essere riuscita a rilanciare l'entusiasmo del pubblico più affezionato proprio come fece The Mandalorian al suo esordio qualche anno fa. Per tutti gli scettici sulle operazioni Disney Plus targate Star Wars, Ahsoka Tano, cosi come The Mandalorian ai tempi e Andor recentemente è uno schiaffo morale non da poco.

Star Wars era per molti un franchise in declino. The Mandalorian lo ha rinnovato e innovato, cambiando tono, modificando il registro, spostando il focus su personaggi e mondi comprimari sino ad allora ma con tantissime cose da dire. Lo ha fatto senza discostarsi mai dall'anima nativa dei film di George Lucas. Andor ci ha fatto venire voglia di resistere e lottare contro le ingiustizie e i soprusi dell'Impero, e di riflesso del nostro mondo. Ahsoka Tano sembra raccogliere altre esigenze ed offrire altre sfumature nella lotta eterna fra il lato oscuro della Forza e la Luce. A metà fra Andor e The Mandalorian, il pilot di Ahsoka restituisce un'eroina imperfetta e impavida, in cerca di una casa e una famiglia senza volerlo e poterlo mai ammettere (vi ricorda qualcuno?) e disposta ad ogni cosa pur di sconfiggere i residuati dell'Impero che vagano nella galassia ora che la galassia è un posto più sicuro e democratico.

Si scontrerà ben presto con il lato oscuro e con coloro i quali non si arrendono all'idea di un mondo privo del bruto giogo dell'Impero.

Per sconfiggerli non basterà la Forza, non basterà una spada laser, non basterà il singolo ed ecco che allora, oltre al fedele Huyang (David Tennant), Ahsoka dovrà bussare alla porta della grande rivelazione di questo inizio: Sabine Wren.

Un'immagine dal pilot di Ahsoka Tano

L'avvento di Ahsoka su Lothal ci permette di fare la conoscenza di un ex membro della squadra originaria che battè l'impero, liberando il pianeta. Di quella squadra faceva parte anche Ahsoka. Con lei vi era il tanto citato Ezra Bridger, eroe indimenticato, sparito, forse morto in circostanze che scopriremo. Sabine è colei si è meno arresa all'idea di ritrovarlo. Ahsoka è andata avanti. Lei no. Una differenza di vedute che le ha separate bruscamente, loro che erano strette dal rapporto di Maestro e Apprendista che, guarda caso, da il titolo al pilot. Ahsoka, a sua volta apprendista incompiuta di Anakin Skywalker, nutre sentimenti forti nei confronti della sua discepola, discepola che scopriamo essere una mandaloriana, cosa che ci permette di agganciarci ancor di più alla serie tante volte citata in questo articolo e a cui Ahsoka deve tantissimo.

C'è il tempo per vedere all'opera il compianto Ray Stevenson nei panni di Baylan e di assistere al ricordo, al termine del primo episodio, dell'attore prematuramente scomparso a Ischia a maggio a causa di un infarto.

L'alto ammiraglio Thrawn per ora è solo uno spauracchio ma incute già molto timore.

Lady Morgan Elsbeth, ultima NightSister (?), ci ricorda di quanto possa essere spietato l'Impero e di quanto la galassia abbia bisogno dei Din Djarin, dei Kenobi e delle Ahsoka per non affondare nell'oscurità.

 

Voglia di continuare a vederlo: 9,5

Voglia di consigliarlo: 8,5

Originalità: 7

Cast: 6,5

Comparto Tecnico: 8

Opening: 6,5

Dove Vederla: Disney Plus

Anno di uscita: 2023

157 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page