top of page
  • cinguettio
  • Instagram
  • Facebook Icona sociale

Counterpart: J.K. Simmons ed un richiamo fortissimo a Fringe

Ancora inedita in Italia, Counterpart rappresenta il classico esempio di serie tv con tanto da dire e molte cose per cui appassionarsi ma su cui sarebbe inutile spendere fiumi di parole per 2 motivi principali.

Il primo è quello sopra enunciato. Non è mai stata pubblicata in Italia.

Il secondo è che la serie è stata cancellata da Starz dopo 2 stagioni e quindi risulta essere leggermente monca rispetto ai propositi di Justin Marks, autore dello show.

Caso curioso, sin dalla sua cancellazione, gli autori stanno cercando una nuova casa per produrre la terza stagione. Ancora oggi va avanti la ricerca, a quasi 3 anni dalla sua forzata fine.

Uscita, proprio su Starz, nel 2017, la serie si è conclusa 2 anni dopo.

C'è una ragione assoluta per cui Counterpart andrebbe guardata. Si chiama J.K.Simmons.

Il premio Oscar per Whiplash di Damien Chazelle, si sdoppia in questo show, interpretando 2 versioni della stessa persona, ognuna delle quali presenti in un altro universo.

Ebbene si, Counterpart è una serie fantascientifica.

Eh si, ci sono universi paralleli.

E ancora si, i protagonisti sono tutti o quasi doppleganger.

Eh no, non stiamo parlando di Fringe anche se ci andiamo molto ma molto vicini.

counterpart recensione serie tv j.k.simmons

Ho voluto parlare di Counterpart perchè, secondo me, se siete stati amanti di Fringe e adorate il lavoro di J.K.Simmons, questa serie non può lasciarvi indifferenti.

E' come se fosse uno spinoff di Fringe incentrato "solo" su un uomo ordinario che scopre di avere un alter ego in un altro universo, alter ego completamente diverso da lui. L'uno gentile, affabile e amorevole, l'altro scorbutico, indisponente e concretissimo. I 2 si troveranno a giocare un ruolo determinante in una imminente guerra tra mondi che rischia di calpestare l'ordine naturale delle cose. Intrighi politici e temporali, varchi segreti, misteri e tutto quello che vi immaginereste di trovare in uno show di questo tipo. J.K.Simmons, un po' come accaduto per James Franco in The Deuce (qui la recensione) è un famelico performer la cui recitazione finisce per sorprendere ogni volta che appare in scena.

Ho voluto segnalarvi una serie inedita in Italia e oramai cancellata soprattutto perchè ricordo un episodio, dal titolo Twin Cities, che merita da solo la visione. Non è un caso se, controllando su IMDB, saliamo ad un voto medio di 9.2/10 per tale puntata. Fantascienza pura. Grandi dilemmi. Teorie che si accendono, altre che si spengono. Tutto molto ben equilibrato e condensato.

Grazie anche ad un supporting cast convincente che va da Olivia Williams (The Crown) ad Harry Loyd (Game of Thrones), Counterpart riesce sempre a darci un motivo per seguire le vicende dei singoli lasciandoci, al tempo stesso, mille motivazioni per essere "sul pezzo" rispetto alla storia generale.

Non so quanto abbia avuto senso scrivere questo pezzo ma son certo che, in qualche universo parallelo, Counterpart sia diventata una serie da Golden Globe, chiusa dopo 6 stagioni e con J.K.Simmons vincitore di più Emmy di quanti ne abbia vinti Dennis Franz.


Sceneggiatura: 7

Regia: 5,5

Cast: 7,5

Genere: Sci-Fi

Complessità: 8

Originalità: 6,5

Autorialità: 6++

Intensità/coinvolgimento emotivo: 6

Profondità: 7

Contenuti Violenti/Sessuali: 1

Intrattenimento: 5,5

Opening: 5

Soundtrack: 2

Produzione:

Anno di uscita:

Stagione di riferimento:

Voto complessivo:

109 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page