top of page
  • cinguettio
  • Instagram
  • Facebook Icona sociale

Fallout propone un universo di cui non potrete più fare a meno

Da dove vogliamo partire nel parlare di Fallout, adattamento di uno dei più gloriosi videogame su piazza?

Dal coinvolgimento di Jonathan Nolan come produttore e regista di alcuni episodi?

Dalla presenza di Michael Emerson che dopo Lost e Person of Interest ci delizia con un altro personaggio misterioso?

Dalle musiche jazz-country in totale contrasto con la violenza dello show?

Dalla costruzione dell'universo post-apocalittico descritto da Fallout?

Dai personaggi variegati che popolano il suddetto universo?

Dai Vault?

Dalle riflessioni sulla guerra e sulla natura delle guerre tutte?

Dall'attualissima conversazione sull'uso delle armi e su cosa sia necessario per arrivare alla pace o al dominio di un popolo su un altro?

Da Walton Goggins?

Da Kyle MacLachlan?

Da Ella Purnell?

Ditemi voi perchè di cose da dire ce ne sono tante, forse troppe ed io non ho tutto il tempo del mondo per potervi raccontare tutto quello che ho in mente.

Ah, e poi ci sarebbe da parlare proprio di lui, del Tempo, signore di tutte le guerre e di tutte le vittorie. Comprate lui se volete assicurarvi il predominio sul vicino sul mondo intero.

Parola di Bud Askins.

Recensione Fallout Serie tv amazon prime video videogame

Andiamo con ordine.

Fallout nasce dalle meraviglie di un videogame su cui non voglio addentrarmi vista la mia scarsa dimestichezza con questo medium.

Da quel che leggo, però, i gamer di Fallout sono dei veri e propri seguaci di un videogioco in cui credono ciecamente non tanto grazie alla costruzione di storie mai viste prima ed imperdibili ma grazie alla costruzione di un universo ampio, colorato, vispo, ricco di sfumature e personaggi complessi e sfiziosissimi. Il rischio di Amazon Prime Video, nell'adattare tale videogame, era quello di deludere uno zoccolo cosi ampio e cosi duro di "consumatori" (termine che utilizzo non a caso visto la critica ferocissima al capitalismo che avviene nello show). Il fatto che quei consumatori si dicano pienamente soddisfatti dall'adattamento, mi fa pensare che Nolan e gli altri abbiano fatto un lavoro egregio.

Ancor più egregio questo lavoro se pensiamo che uno come me che, oltre a non aver mai giocato al videogame avrà visto oltre mille serie tv negli ultimi 10 anni, esce entusiasta dall'esperienza Fallout.

Vi condivido un aneddoto che potrebbe dirvi molto sulla voglia che ho avuto di ingozzarmi di Fallout nei giorni scorsi. Stavo guardando contemporaneamente Sugar, Shogun e Ripley, alternando gli episodi per poter meglio diversificare e parallelizzare evitando il totale binge watching dell'una o dell'altra. Poi è arrivato Fallout e non ho resistito al fascino estremo del binge watching. Chiusa in 3 giorni e senza indigestioni.

Ora, penso ancora che Shogun e Ripley valgano più di Fallout ma se quest'ultima riesce a convincermi a tal punto da mettere in stand by 2 serie che oggi trovate al primo ed al terzo posto della classifica LIVE 2024, un motivo ci sarà. Non credete?

Recensione Fallout Serie tv amazon prime video videogame

Per chi la serie deve ancora guardarla, più che una sinossi, mi sento di dare un paio di avvertenze.

Ci ho messo qualche episodio ad ingranare la marcia o meglio a convincermi che Fallout non fosse solo puro intrattenimento. Anzi, vi dirò di più, nei primi 2-3 episodi avevo la costante sensazione di avere a che fare con qualcosa fuori posto. Il tema cosi solenne (un'apocalisse nucleare) trattato con cosi tanta frivolezza mi dava un pochino ai nervi. Non riuscivo a capire se il tratteggiare personaggi cosi fuori di testa e fuori luogo fosse una scelta o un effetto collaterale. Quando ho capito che quello era il tono con cui gli autori volevano omaggiare l'anima del videogame allora ho iniziato ad apprezzare a briglie sciolte una serie geniale.

E' forse proprio questo tono cosi scanzonato a rendere la serie cosi godibile e, al tempo stesso, cosi meritevole di attenzione, di essere presa sul serio nei tanti messaggi che ci regala.

In secondo luogo, attenzione a fidarvi troppo di quello stesso tono perchè rischiereste di trattare Fallout come una bella serie ma con pochissimo da dire. Non è cosi. I suoi personaggi e le sue storie tenderanno a convergere naturalmente offrendovi domande eticamente rilevanti ed ancestralmente insolute.

Il nostro rapporto con le guerre, il tema dell'istruzione, il paradosso della caverna di Platone incarnato negli abitanti del Vault, il concetto di civiltà, il concetto di progresso, il concetto di capitalismo, il concetto di pace. Tutti noi saremo messi duramente alla prova di fronte ad alcune scelte che i vari personaggi si troveranno a compiere.

E poi ci sono i personaggi, vero cuore pulsante della serie.

Dai già più volte citati abitanti dei Vault, agli uomini e le donne presenti nelle aree Contaminate, dai membri della confraternita D'acciaio agli strani mutanti/uomini/robot incontrati lungo la strada figli di quei bombardamenti nucleari avvenuti negli anni '60.

Ah, dimenticavo.

Fallout si caratterizza come una sorta di ucronia dove, ad un certo punto della Guerra Fredda, qualcuno quel pulsantone rosso lo ha schiacciato, facendo piombare il mondo in una guerra nucleare senza fine.

Di quell'apocalisse rimangono, oltre 200 anni dopo, radiazioni, miliardi di persone sterminate e pochi sopravvissuti, suddivisi in "quelli ricchi che potevano permettersi un bunker in quegli anni" e "quelli poveri che per 2 secoli hanno dovuto fare i conti con violenza, fame e radiazioni".

Fallout, in questo, è un trattato sul rapporto fra ricchi e poveri, fra chi ha e chi non ha, fra chi può e chi non può, fra chi può permettersi di sognare e chi non può farlo.

Recensione Fallout Serie tv amazon prime video videogame

Lucy è l'eroina che si muove fra questi 2 mondi, un po' come Jon Snow faceva con il ghiaccio ed il fuoco.

Felice abitante del Vault 33, si troverà costretta ad emergere per la prima volta in superficie alla ricerca del padre scomparso, catturato dalla temibile Moldaver.

In quella superficie troverà pericoli, scazzottate, teste mozzate, animali giganti, robot salvifici, medici sporcaccioni e tanta tanta violenza.

La lotta per la sopravvivenza sarà la sua nuova utopia ed episodio dopo episodio la ragazza verrà incoraggiata a mettere in discussione tutto quello che aveva appreso nella sua caverna prima di andare incontro ad una metaforica luce.

Fallout si attesta facilmente come una delle migliori serie tv dell'anno, riuscitissimo adattamento, cosi come avvenne per The Last of Us, di un videogioco amatissimo.

Nei tempi in cui si discute di Russia vs Ucraina, di Israele vs Iran, di Cina vs Taiwan, di tutti contro Gaza, interrogarsi su cosa significhi vivere e sopravvivere ad una guerra atomica è cosa, ahinoi, molto attuale, cosi come non smetteranno di essere attuali la forza dello spirito critico e la curiosità della scoperta, tutte cose che un Ghoul sa bene.

A sue spese.



 

Sceneggiatura: 8

Regia: 7,5

Cast: 7

Genere: Fantascienza

Complessità: 8,5

Originalità: 9

Autorialità: 7

Intensità/coinvolgimento emotivo: 6+

Profondità: 6,5

Contenuti Violenti/Sessuali: 9

Intrattenimento: 10

Opening: 2

Soundtrack: 8,5

Produzione: Amazon Prime Video

Anno di uscita: 2024

Stagione di riferimento: 1

Voto complessivo: 8,5


109 visualizzazioni

Comments


bottom of page