top of page
  • cinguettio
  • Instagram
  • Facebook Icona sociale

Gen V: il debutto è Super!

Titolando il post di first impression su Gen V avevo titolato che "la figlia legittima e naturale di The Boys è appena nata e sa già cosa vuole".

Nulla di più vero.

Tutto confermato.

8 settimane dopo e con la prima stagione appena terminata, posso ribadire che lo spinoff "teen" di The Boys non è stata un'operazione furba e commerciale ma una ragionata ed efficace estensione dell'universo padroneggiato da Homelander.

Uno spinoff ha senso quando aggiunge pathos narrativo all'universo padre, quando ne amplifica l'importanza, quando riesce ad intersecarsi grammaticalmente e narrativamente con quello da cui deriva. Non basta, come abbiamo visto mille volte, estrarre qualche personaggio secondario, piazzarlo in un nuovo show, seguirne i passi per vivere una nuova storia spremendo il frutto succosissimo della serie madre. Quelli non sono spinoff riusciti ma solo ramoscelli fragili di un albero robusto.

Gen V, nella sua breve vita, ha dimostrato di essere uno show capace di reggersi sulle proprie gambe ma che vive per il suo padre seriale e che grazie al suo padre seriale riesce a viaggiare su note ancora più alte.

The Boys è anche una delle protagoniste della Hall of Fame 2023. Qui trovate tutti i post ed i relativi sondaggi.

Inutile dirvi che dovete votare! Votare! Votare!

La prima stagione di Gen V si chiude col botto e con il più importante personaggio della saga a fare capolino.

Un cameo, quello di Homelander, che non viene inserito solo per "fare scena" ma che risulta essere un prezioso ponte fra quello che abbiamo visto in The Boys 3 (qui la recensione), quello che ci ha mostrato Gen V fin qui e quello che, probabilmente, vedremo nella stagione 4 della serie Prime Video.

I nodi vengono al pettine, un pettine che ha raccolto numerosi grovigli nel corso delle 3 stagioni + 1 dell'universo narrativo tratto dai fumetti di Garth Ennis.

Quei grovigli oggi sembrano essere diventati dei cappi al collo dei burattinai della Vought e di tutti gli esseri umani non dotati di Superpoteri.

Il fil rouge che lega Gen V a The Boys è soprattutto questo. Un filo rosso come il sangue rappresentato dalla presa d'atto di Homelander e dei suoi figli che nessuno deve essere padrone del loro destino. Nessuno è superiore. Nessuno può fermarli e dunque, perchè qualcuno dovrebbe comandarli?

Agli occhi di Homelander sul finale della terza stagione e a quelli di Cate e Sam in questo spinoff, i "normals" sono artefici di ogni tipo di brutalità fisica e psicologica ai danni dei "Sup", nel tentativo di domarli e neutralizzarli in caso le cose sfuggissero di mano. Anche in questa circostanza, l'arrivo di un personaggio come la Neumann dall'universo principale non è fortuito ma ben congegnato. E' nelle sue mani, infatti, e solo nelle sue, il virus capace, sulla carta, di sterminare ogni super presente sulla faccia della terra. Scommettiamo che, dopo gli eventi di questo finale e di quello della serie madre, questa arma potrà valerle ricche soddisfazioni.

Tornando a Gen V, vale ancora la pena notare quanto sia impossibile parlarne senza parallelizzare il discorso con The Boys e questo, nel caso specifico, è solo e soltanto un bene. A valle di tantissime sfumature raccontate benissimo in questo spinoff, dalla genesi del Compound V, alla Godolkin come luogo fisico e mentale nel quale allevare nuovi Sup, dall'abuso psicologico fatto ai danni di bambini/adolescenti dati in pasto ai lupi fino al classico dualismo fra eroismo ed opportunismo stavolta in salsa teen. A valle di questi temi, sempre ben affrontati e sempre riconoscibilmente legati allo stile della serie madre, vi è una totale convergenza con quella che potremmo definire la gigantesca storyline che unisce le 2 serie e che, presumibilmente, decreterà lo scoppio di una guerra intestina e non che farebbe impallidire la Civil War del Marvel Cinematic Universe.

Cate e Sam da una parte, Marie, Emma, Jordan e Andre dall'altra. Homelander da un lato. Butcher e soci dall'altro. L'egemonia dei Super foriera di un nuovo totalitarismo, un nazismo che vedrebbe i Sup nel ruolo di nuove SS e il resto del mondo, l'intero genere umano ad interpretare quello tragico che fu degli Ebrei nella seconda guerra mondiale. Un conflitto globale, un genocidio a colpi di dirette tik tok, giornalismo compiacente, manifestazioni popolari supplicanti un maggiore potere nelle mani degli Homelander di questo mondo e quest'ultimo a diventare maestro Burattinaio e non più burattino.

Gli eventi di questo season finale ci mostrano quanto si sia vicini a quel momento e quanto non si perdonerà alcuna ingerenza con il grande piano di dominazione che Homelander sta covando dal finale della terza stagione.

Gen V è riuscita ad ampliare il racconto senza perdere di vista i grandi temi sottesi, da sempre alla serie. Una figlia sboccata e irriverente che deve tutto a suo padre/madre e a cui il proprio papà/mamma potrebbero dovere un ulteriore rilancio in termini di successo.

Non ci sono vinti.

Non ci sono vincitori.

La morale e la moralità ne escono sempre sconfitti, anche quando a parlare, pensare ed agire sono quelli che dovrebbero rappresentare l'innocenza ed il futuro del nostro pianeta, ovvero i giovani.

Nel mondo di The Boys, esagerato e spinto a dismisura ma mai edulcorato, onirico e ipocrita, non esistono scappatoie o facili epiloghi. La legge del più forte vince sempre. Il manipolatore migliore è quello che probabilmente avrà in mano le carte migliori per vincere. I deboli, gli indecisi, gli insicuri, i titubanti potrebbero, invece, rischiare di finire col cervello spappolato. Da un sup, da un burattinaio, da un evento imprevedibile e impetuoso, proprio come questo sorprendente spinoff.


Sceneggiatura: 7

Regia: 6

Cast: 6++

Genere: Comics

Complessità: 7,5

Originalità: 6,5

Autorialità: 8

Intensità/coinvolgimento emotivo: 8

Profondità: 7++

Contenuti Violenti/Sessuali: 10

Intrattenimento: 8,5

Opening: 2

Soundtrack: 6,5

Produzione: Amazon Prime Video

Anno di uscita: 2023

Stagione di riferimento: 1

Voto complessivo: 7,5


101 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page