top of page
  • cinguettio
  • Instagram
  • Facebook Icona sociale

Il nuovo Justified ci conferma che Raylan Givens ci mancava. Molto.

Non era necessaria la sfera di cristallo per capire che, se siete (siamo) stati dei fan sfegatati di Justified il solo nome "Raylan Givens" sarebbe bastato a farvi drizzare i peli sulle braccia. Figuriamoci la notizia del ritorno di Timothy Oliphant nei panni del Marshal più famoso della tv a distanza di 8 anni dal series finale dello show in onda su FX dal 2010 al 2015.

Del pilot vi avevo già parlato in questo post qualche settimana fa. Oggi, tutti voi potete apprezzare Justified: City Primeval nella sua interezza visto che Disney Plus ha rilasciato tutti gli episodi della stagione evento sulla propria piattaforma. Li trovate in lingua originale (ovviamente stra-consiglio sempre di vedere film e serie tv in lingua originale) ed in italiano (non azzardatevi a guardarlo in italiano!). Insomma, non avete più scuse.

Dovete recuperare le 8 puntate che sanciscono il ritorno del cappello più iconico della storia della serialità recente (almeno fino all'arrivo di Tommy Shelby ed i suoi Peaky Blinders e di Monky D.Luffy e la sua ciurma).

Prima, però, vi consiglio vivamente di dare un'occhiata agli ultimi post pubblicati sul blog. Li trovate qui.

Raylan Givens in Justified serie tv FX City Primeval

Il The Guardian lo ha celebrato come un "ritorno trionfale".

Su Rotten Tomatoes siamo al 91% di score.

E' evidente, dunque, che la serie sia piaciuta, collocando questo reboot nella ristrettissima cerchia dei revival riusciti in questi ultimi anni di inflazionatissima tendenza a far risorgere qualunque show con un minimo di appeal.

Il nostro eroe (o forse dovremmo dire antieroe) abbandona il Kentucky per l'assolata Miami e, dopo una sequenza di sfortunati eventi, si ritrova catapultato a Detroit per indagare sulla solita matrioska di situazioni criminali e assurdamente violente. Lo schema si ripete, cosi come era stato per i gloriosi anni vissuti da Justified nel decennio scorso. Il Marshal incorruttibile persegue la giustizia senza perseguire gioco forza la legge e nel farlo si imbatte in forze dell'ordine corrotte, personaggi pittoreschi, uomini spietati, donne fumantine. Ad accompagnarlo in questo viaggio vi è anche sua figlia, quella vera, che qui interpreta la figlia, quella fittizia, di Raylan.

Rapporto filiale a parte, Timothy Oliphant, pur leggermente invecchiato, pur lontano da Harlan, pur meno a suo agio a Detroit di quanto non fosse in Kentucky, conferma di essere nato per interpretare Raylan Givens. Non riesco ad immaginare altro attore capace di renderlo cosi iconico e, diciamolo pure, eterno.

Quella camminata ciondolante, la lingua biforcuta, l'acume, l'atteggiamento da cowboy hanno reso Raylan Givens...Raylan Givens. In Justified: City Primeval la paura maggiore era quella di trovarsi di fronte ad una versione spenta e commercializzata di quell'amato personaggio.

Cosi non è stato.

Per nostra grandissima fortuna.

Ad accompagnarlo nella solita cavalcata verso la giustizia vi è stato un villain degno della storia di Justified ed una donna, un avvocato che sognava di diventare giudice e che, come Raylan, è disposta a piegare leggermente la legge pur di raggiungere la giustizia.

Clement Mansell è stata una deliziosa mina vagante interpretata magnificamente dal sempre più lanciato Boyd Hollbrook (Sandman) mentre Carolyne Wilder (Aunjanue Ellis) è stata ciò di cui il nostro Marshal aveva bisogno per tirarsi fuori dai guai a Detroit.

Sparatorie, duelli, colpi di scena, baristi criminali, criminali omosessuali, romance criminali, donne circùite, uomini corrotti e qualche anima giusta lungo il cammino hanno contraddistinto una stagione ottima che ci ha condotto ad un finale che chiude e apre il cerchio allo stesso tempo.

Raylan, chissà quanto convintamente, decide di spezzare una catena che lo teneva da tempo molto lontano e distratto dagli affetti per dare la caccia al Mansell o al Boyd Crowder di turno. Un finale che sembra salutare tutti permettendo a noi tutti, a nostra volta, di salutare lui.

Il telefono, però, squilla.

Un flashside ci mostra proprio l'indimenticabile Boyd Crowder.

Il personaggio con cui Justified chiudeva la sua prima vita riappare per chiudere (?) la seconda.

Raylan, seduto nella quiete al largo di Miami, resisterà alla tentazione di rispondere al cellulare?

Gli autori resisteranno alla tentazione di riportarci in Kentucky per un ultimo duello fra i due nemici-amici che hanno fatto la storia della tv?

E noi, in quel caso, resisteremo alla tentazione di salutare, per la terza volta quell'irresistibile uomo col cappello?


 

Sceneggiatura: 7,5

Regia: 6

Cast: 7,5

Genere: Drama

Complessità: 6,5

Originalità: 7,5

Autorialità: 8

Intensità/coinvolgimento emotivo: 5

Profondità: 6+

Contenuti Violenti/Sessuali: 7+

Intrattenimento: 7,5

Opening: 4

Soundtrack: 6

Produzione: FX

Anno di uscita: 2023

Stagione di riferimento: 1

Voto complessivo: 7++


111 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page