top of page
  • cinguettio
  • Instagram
  • Facebook Icona sociale

Stonehouse: storia di un britishman grottesco e drammatico

Avevamo appena riposto bottiglie di spumante, piatti di lenticchie beneaugurali e fuochi d'artificio quando la ITV mandava in onda i 3 episodio della miniserie dal titolo Stonehouse.

Un drama con delle punte di ironie e grottesco in purissima salsa british che si proponeva di raccontare la curiosa e dolceamara storia di un membro del governo inglese di alcune decadi fa.

John Stonehouse, a valle della visione della serie, vi risulterà un personaggio indecifrabile e di interesse atomico.

Non farete altro che chiedervi se quello che avete visto corrisponda al vero oppure no.

L'assurdità, a livello umano e politico, è tale da porsi questa domanda senza, tuttavia, riuscire a darvi chissà quale risposta.

Se non volete perdervi le ultime chicche di Nella Mente di un serialfiller avete 2 opzioni:

salvare nei preferiti il link www.serialfiller.org oppure iscrivervi ai canali social e se lo avete telegram (qui il link).

Matthew McFayden in una immagine da Stonehouse serie tv di ITV

Se finora non vi ho convinti a recuperare le 3 puntate che compongono lo show, forse avrò miglior fortuna nell'indicarvi che il ruolo del protagonista è stato affidato a quell'istrione di Matthew MacFayden reduce dal clamoroso successo di Succession.

Il "Tom" della serie HBO ha contribuito a rendere Succession una delle migliori serie della storia della tv, riuscendo, tra l'altro ad emergere come attore e come personaggio più di tutti gli altri grazie ad un'evoluzione spaventosa del personaggio da lui interpretato.

Oltre ad approfittare di ogni momento per lodare Succession (qui la recensione dello straordinario series finale) mi premeva sottolineare che in Stonehouse MacFayden si carica sulle spalle praticamente l'intera narrazione e riesce benissimo a sopportare tale peso.

Tale performance ci da la portata di cosa sia stata Succession anche in termini di parco attoriale visto che MacFayden nasceva come un comprimario a supporto del "roster" principale. Figuratevi gli altri!

Ma ora basta parlare di Succession! Promesso...

Parliamo di Stonehouse.

John Stonehouse in una scena parlamentare dalla serie tv Stonehouse

Un consiglio da subito: guardatela senza aspettarvi nulla e lasciatevi ammaliare dalla personalità di un personaggio apparentemente senza nulla da dire.

Scoprirete che sarà quello il vero motore dell'azione.

Un uomo comune, ordinario, diventato politico di professione ed entrato a far parte degli alti vertici del partito laburista si trova improvvisamente ad essere parte integrante del governo in carica intorno al 1974.

Improvvisamente Stonehouse sparisce e lo fa su una spiaggia della lontana Miami.

Viene dichiarato morto ma il corpo non verrà mai ritrovato.

Tra pianti disperati ed un dolore profondo che colpisce i familiari e lo sgomento dei laburisti e dell'intero parlamento Stonehouse diventa, post mortem, un personaggio molto noto.

Quello che accadrà prima e dopo questo momento, è il fulcro di tutto lo show.

Ed è il motivo per cui dare a questa serie tv una piccola chance e un paio d'ore del vostro tempo.

 

Sceneggiatura: 8

Regia: 6

Cast: 7

Genere: Drama

Complessità: 4

Originalità: 5

Autorialità: 6,5

Intensità/coinvolgimento emotivo: 6--

Profondità: 4

Contenuti Violenti/Sessuali: 2

Intrattenimento: 5,5

Opening: 2

Soundtrack: 4

Produzione: ITV

Anno di uscita: 2023

Stagione di riferimento: 1

Voto complessivo: 6,5



61 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page