top of page
  • cinguettio
  • Instagram
  • Facebook Icona sociale

Criminal Record: un poliziesco come Dio comanda ed è (ovviamente) british

Cush Jumbo è stata la rivelazione vera in quella straordinaria serie che, solo per decenza evito di chiamare capolavoro quale è stata The Good Fight.

Peter Capaldi è stato un ottimo Doctor Who in un momento in cui la saga della BBC non era, di certo, ai suoi massimi livelli.

I 2 attori, da quelle esperienze, sono usciti rafforzati fortemente poichè in molti avevano reputato convincenti le loro performance.

Criminal Record, uscita ad inizio 2024 su Apple TV Plus, è l'occasione per vederli insieme, protagonisti di quello che ai tempi di Colombo e Perry Mason avremmo chiamato un poliziesco e che oggi chiameremmo thriller o crime o che dir si voglia.

Al netto dell'etichettatura, Criminal Record funziona alla grande cosi come questa coppia ottimamente assortita.

Se volete mettervi in pari con il 2023 appena trascorso, vi invito a dare un'occhiata al lunghissimo speciale 2023 di cui qui trovate ogni singolo post (ne sono circa 70!).

Questa recensione di Criminal Record, come tutte le mie recensioni, non vuole entrare nel dettaglio e dentro la storia narrata ma restituirvi quelle sensazioni e qualche commento sparso che la serie ha suscitato in me.

Per iniziare ci terrei ad osservare che Criminal Record risponde ad una delle regole auree che un prodotto seriale dovrebbe sempre tenere a mente ovvero intrattenere bene, con coerenza, ritmo e lasciando sempre l'acquolina in bocca al termine del singolo episodio.

Oltre a questo, lo show british riesce ad incarnare una lunga tradizione tutta britannica rispetto al genere nel quale si colloca nella scia di Broadchurch e fratelli.

Un pizzico di corruzione, tanto talento investigativo, un buono tout court (June Lenker), un villain che non riusciamo ad odiare grazie alle sue tante sfaccettature (Daniel Hegarty) ed un substrato di personaggi che via via individuiamo come mele marce o come salvatori della patria, uomini e donne che hanno preso una strada sbagliata, altri che hanno voluto intraprenderla per ideologia o avidità e altri che, al contrario, combattono donchisciottescamente contro le ingiustizie del sistema ogni santo giorno.

Criminal Record spicca in questo inizio 2024 poichè sceglie di essere qualcosa di più di un buon thriller.

Lo show di Apple Tv Plus, infatti, ci parla anche di un padre vedovo alle prese con la tossicodipendenza di una figlia troppe volte abbandonata a se stessa, di una madre troppo spesso travolta dall'ossessiva ricerca della verità e di quella giustizia di cui parlavamo prima. Questi 2 modelli in cui si sceglie di incanalare i personaggi di Hegarty e June trovano uno specchio perfetto nelle figure di Errol e sua madre. Il primo, anche egli vedovo ma costretto ad una vita in prigione a causa del presunto omicidio della sua stessa compagna. La seconda, madre di Errol, alla ricerca costante di qualcuno che provi ad ascoltarla e che sia disposto ad andare fino in fondo per cercare quella verità che porterebbe suo figlio Errol fuori dal carcere e il vero assassino dietro le sbarre.

Criminal Record è avvincente ma anche pieno di schemi e strutture tipiche di un ottimo drama.

Peter Capaldi e Cush Jumbo aiutano nella costruzione di quel pathos fondamentale in serie come questa consegnandoci uno di quei prodotti che non potrete evitare di consigliare a chi ama le serie made in Uk, scritte bene, recitate ottimamente e perfette nel portare avanti un discorso qualitativamente importante sui crime/thriller/polizieschi di questo periodo storico.



Sceneggiatura: 7,5

Regia: 6

Cast: 7,5

Genere: Thriller

Complessità: 6

Originalità: 6

Autorialità: 6

Intensità/coinvolgimento emotivo: 8,5

Profondità: 5,5

Contenuti Violenti/Sessuali: 2

Intrattenimento: 7,5

Opening: 6,5

Soundtrack: 4

Produzione: Apple TV Plus

Anno di uscita: 2024

Stagione di riferimento: 1

Voto complessivo: 7



86 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

Opmerkingen


bottom of page