• cinguettio
  • Instagram
  • Facebook Icona sociale

Le 5 serie tv Drama migliori del 2020

Le serie comedy hanno sempre il loro fascino, il dramedy sta emergendo in maniera potentissima, lo sci-fi vive una rinascita ma il Drama è sempre il Drama.

Vediamo quali sono state le 5 serie tv drama più importanti del 2020.

Chiedo venia in anticipo ad Ozark, The Good Fight, Perry Mason e I Know This Much is true ma per voi non ho potuto lasciare un posto al tavolo dei magnifici 5.







Better Call Saul


Partiamo con la migliore serie dell'anno. Non ci possono essere Mandaloriani o principesse o cavalli parlanti che tengano di fronte alla magnificienza con cui Vince Gilligan ci sta accompagnando alla fine del viaggio di Saul/Jimmy, tra passato, presente e futuro.

La collisione temporale tra Better Call Saul e Breaking Bad è li, la tocchiamo con mano fino a non distinguere più quale delle due serie sia stata scritta prima. Un miracolo di sceneggiatura che si unisce ad un'evoluzione straordinaria di Saul e Kim fra tutti e ad una sapiente calibratura di ogni personaggio, oggetto di scena, musica, fotogramma.

Tutto è inquadrato con una precisione maniacale, ogni dettaglio è incredibilmente al suo posto quasi come se BCS fosse stata scritta prima di Breaking Bad e non 10 anni dopo.

E poi c'è la suspence, l'ironia, la spietatezza del racconto che non lascia scampo a nessuno.

La prima recensione pubblicata su www.serialfiller.org è stata proprio sull'universo Breakingbadiano.



The Crown


La quarta stagione di The Crown ha fatto urlare allo scandalo la famiglia reale e al capolavoro i critici di mezzo mondo.

Forse la prima stagione è stata la migliore ma questa quarta ha colpito tutti allo stomaco con una forza devastante.

L'arrivo di Lady Diana ha scombussolato tutti.

Margaret Thatcher ha conferito autorevolezza e spessore al racconto come non si assisteva dai tempi del Churchill di John Litgow.

La rappresentazione degli amori mancati e delle tragedie annunciate ha messo i brividi a milioni di persone intossicate ed inebriate dal dietro le quinte immaginato da Peter Morgan e mai cosi verosimile rispetto ai tragici eventi che tutti abbiamo conosciuto.

La recensione la trovate qui.




The New Pope


Sorrentino è magia, è visione.

The New Pope potrebbe essere l'apice della sua poetica.

Esteticamente infallibile. Ambizioso come la Cappella Sistina. Dissacrante come non mai. Acuto come pochi.

Una regia da togliere il fiato prestata ad un racconto indelebile dell'essere umano al cospetto di se stesso, della propria fede, della propria finitezza e incompiutezza.

Straordinario e per questo mai troppo compreso e osannato.





L'Amica Geniale


Ancora Italia, stavolta a 360° e senza contaminazioni.

"Scendiamo" al sud, arriviamo a Napoli, ascoltiamo il linguaggio dialettale più conosciuto al mondo e lo facciamo nostro.

La storia di Lila e Lenù si arricchisce di un nuovo capitolo. E che capitolo.

Una tragedia quotidiana fatta di sogni infranti, di delusioni, di allusioni, di tradimenti. Una tragedia che si intreccia alla costruzione del proprio IO e del proprio futuro.

Lenù e Lila sono 2 lacci che si inseguono fino a formare una trama unica di un vasto quadro ricco di sfumature, colori e qualche sbavatura ma tremendamente complesso e umano.

Saverio Costanzo attinge al capolavoro letterario di Elena Ferrante amplificandone il messaggio e l'eleganza, "sporcata" dalla vita tumultuosa e polverosa del rione ma efficace e pungente come una lama.





Homeland


Ad 8 anni dal suo avvio, ad 8 anni da quella rocambolesca e inattesa vittoria al Golden Globe, Homeland termina la sua corsa e lo fa ritornando ad essere una delle serie migliori dell'anno.

In 8 anni Homeland è cambiata mille volte, riuscendo ad essere sempre fedele a se stessa e al suo bipolare e tormentato personaggio protagonista.

Carrie Mathison muta, evolve ma rimane saldamente ancorata alla sua ferrea volontà di essere uno strumento nelle mani della libertà, di essere la donna dalla parte giusta della barricata, a qualunque costo.

Fino all'ultimo istante.

Un finale stupendo che restituisce a questa gigantesca il posto che merita.


Qui la recensione.