top of page
  • cinguettio
  • Instagram
  • Facebook Icona sociale

The Righteous Gemstones: il vangelo ai tempi dei social (e di Succession)

Avevo da almeno 2 anni The Righteous Gemstones in agenda. Un titolo che, a pelle, tenevo in watchlist con una certa malavoglia ma che sapevo, con assoluta certezza, avrebbe dato soddisfazioni.

E cosi è stato.

Come può, d'altronde, essere foriero di delusioni un prodotto HBO che ha buone recensioni negli Stati Uniti D'America e che presenzia stabilmente ai premi più importanti?

La risposta è più scontata di una pole di Verstappen.

Vi consiglio, prima di proseguire, di dare uno sguardo agli ultimi articoli pubblicati.

Sono qui.

Ideata da Danny McBride che veste anche i panni di Jesse Gemstone, primogenito di Eli Gemstone (John Goodman), The Righteous Gemstones narra di una famiglia di moderni evangelizzatori che in nome di nostro Signore Gesù Cristo hanno messo in piedi un vero e proprio impero multimilionario.

Tra "Hallelujah" e "Thanks God" la famigliola capitanata da Eli gode di stima e fiducia della comunità, ville magnifiche, tenute enormi e un conto in banca da far invidia ai multimilionari della Silicon Valley. Ho voluto premere subito sul tasto della ricchezza di questi profeti contemporanei perchè credo serva a capire, sin da subito che siamo di fronte alla più proverbiale delle ipocrisie vissute in nome di Dio, di un qualsiasi Dio dove gli umili pastori sono poi quelli che finiscono per ingrassare ed ingrandire il proprio patrimonio ai danni delle pecorelle smarrite che daranno loro tanto seguito.

Danny McBride è riuscito a creare una comedy divertentissima che, per certi versi, sposa le stesse premesse di Succession salvo deragliare in una serie di gag comiche e situazioni grottesche, paradossali e molto divertenti.

Eli Gemstone è il padre di un impero, come dicevo poco fa. E' il capofamiglia, il fondatore, il grande evangelista di cui tutti si fidano. Alla morte della moglie, cofondatrice del suddetto impero, Eli si ritrova a gestire in solitaria quel gran carrozzone. L'avanzare dell'età, un po' come avveniva per Logan Roy in Succession, lo costringerà a mettere alla prova i suoi 3 figli per sancire chi di loro potrà ereditare lo scettro del comando una volta che Eli sarà andato in pensione.

Anche qui, come in Succession, il padre sarà costretto a confrontarsi con la dura realtà che sancirà il fallimento, come imprenditori, leader ed esseri umani dei ereditieri.

Jesse, Kelvin e Judy, sebbene di caratteri e tempre diverse, saranno accomunati dall'essere dei bamboccioni viziati e sicuri di avere una dote economica rilevante che garantirà loro benessere, potere e gloria per il resto della loro vita. I figli so' piezz e core, si sa, ma quanto può essere saggio affidare a 3 soggetti immaturi ed irresponsabili le sorti di una creatura cosi rispettabile e remunerativa?

Seguiranno grasse risate, rapimenti fittizi, scontri violenti, ricatti e tanto altro ancora.

Ad impreziosire il cast il solito eccellente Walton Goggins, di recente apparso in Fallout di Amazon Prime Video.

Anche per lui tanta gloria.

Il regno dei cieli, spero, non accolga gentaglia come i Gemstone ma noi, da bravi serialfiller, non possiamo che spalancare le porte del nostro televisore a questa disfunzionale e assurda famiglia americana.

Amen.


 

Sceneggiatura: 7

Regia: 5

Cast: 6,5

Genere: Comedy

Complessità: 5

Originalità: 8

Autorialità: 6+

Intensità/coinvolgimento emotivo: 6+

Profondità: 6,5

Contenuti Violenti/Sessuali: 5

Intrattenimento: 9

Opening: 2

Soundtrack: 3

Produzione: HBO

Anno di uscita: 2021 - 2023

Stagione di riferimento: 1-3

Voto complessivo: 7

28 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

Comentários


bottom of page