top of page
  • cinguettio
  • Instagram
  • Facebook Icona sociale

Heartstopper è il teen drama che è piaciuto a tutti. Ma perché?!

E' finita dritta dritta nel calderone delle serie tv più sopravvalutate dell'anno (qui il post completo).

Oggi ho, finalmente, l'opportunità di fornirvi qualche spiegazione in più di questa leggera bocciatura.

Heartstopper avrà convinto pubblico e critica ma non ha convinto me.

Promossa e non bocciata (e neppure rimandata a settembre), la serie tv Netflix ha raccolto più di quanto seminato e questa cosa, come sapete, a me non va giù.

Mai.

Prima di addentrarci nel post, vi lascio allo speciale 2022 dove Heartstopper è stata poco protagonista ma comunque ha ottenuto un paio di menzioni.

Premetto che non ho nulla contro Heartstopper, anzi.

Mi ha tenuto compagnia durante un viaggio in treno. Terminata in un paio d'ore e tanti saluti. Prediligo sempre più serie brevi, di non più di 12 episodi e di durata più vicina alla mezzora che all'ora. In questo modo, riesco a concedermi l'opportunità di vederne di più e vista l'enorme offerta, ne son contento. Quindi, grazie Heartstopper per aver pensato a me.

Ciò detto, la serie ha il pregio di essere seria ma leggera, di affrontare un tema importante senza essere pesante o pedante.



Siamo al liceo, gli ormoni sono in fermento, si cerca un proprio posto nel mondo e si scende a patti con la propria sessualità. E' un periodo di grande incertezza, incertezza che spesso fa rima con insicurezza e che genera tormenti interiori più o meno complicati da gestire.

Heartstopper fa quel passettino che in tanti teen drama han fatto in questi anni, ponendosi in una prospettiva più fluida e non monodimensionale e dando spazio ad amori omosessuali e non più solo ad amori adolescenziali eterosessuali.

Applausi, bravi tutti e bravi per come avete "implementato" l'idea.

Tutto bene, dunque?

La risposta, vista la premessa, dovreste già conoscerla.

Heartstopper ha 2 problemi.

Il primo è che sembra essere (quasi) fuori tempo massimo.

Il secondo è che assomiglia troppo ad un miscuglio fra altre serie teen già viste.

I 2 problemi si fondono e si appiattiscono in uno solo. Heartstopper non innova, non rivoluziona, non aggiunge nulla. E' una serie clamorosa se è la prima serie teen di questo genere che state guardando, ma se avete visto quel capolavoro di Euphoria o la dirompente prima stagione di Sex Education o ancora quel gioiello di Guadagnino chiamato We Are Who We Are o lo zoppo Generation allora capirete che Heartstopper è ad un altro livello, infinitamente più basso.

E dunque che dirvi, guardatela perchè 3 ore non si negano a nessuno e perchè la raffinatezza e l'eleganza con cui l'amore adolescenziale fra 2 ragazzi viene ritratto è una peculiarità di questa bella serie.

Vi invito convintamente a farlo ma vi esorto a non definire Heartstopper una delle migliori serie del 2022 o non saremo mai più amici (seriali).

Sceneggiatura: 7

Regia: 6--

Cast: 6

Genere: Drama

Complessità: 7+

Originalità: 5,5

Autorialità: 6,5

Intensità/coinvolgimento emotivo: 8

Profondità: 7

Contenuti Violenti/Sessuali: 1

Intrattenimento: 3

Opening: 1

Soundtrack: 2

Produzione: Netflix

Anno di uscita: 2022

Stagione di riferimento: 1

Voto complessivo: 6,5

18 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page